Walk, Anyone?

Allora, non so voi, ma la mia vita è largamente sostanzialmente esclusivamente sedentaria.
Attività fisica prossima allo zero, palestra meno che meno.


 Che sia chiaro: per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
Non ho mai creduto a quelli che pretendono di non avere tempo per fare una determinata cosa, cari miei, è tutta questione di priorità. Io non è che non ho tempo per andare in palestra.. è che preferisco fare altro.

Epperò, si sa, fare esercizio è necessario, e quindi anche la sottoscritta, complici i dissesti fisici degli ultimi tempi, si è dovuta risolvere a venire a capo dell'annosa questione: che accidenti mi metto a fare???

La palestra resta fuori discussione: troppo elastene, troppi sguardi truci, troppi specchi.
La roba in acqua non sarebbe male, ma se ci mettiamo a considerare le varie docciature&asciugature i tempi si dilatano, e poi, oh, non vorrete mica costringermi a una ceretta impeccabile per tutto un inverno?
Il calcetto sarebbe anche una bella opzione, se non altro per gli spogliatoi, ma curiosamente sembrerebbe che nessuno mi voglia in squadra..


 Scherzi a parte, l'unico tipo di attività che abbia mai fatto, non dico con piacere, ma con un livello vagamente tollerabile di noia e disgusto, è andare in giro a passo spedito, facendomi superare pure dai vecchietti col deambulatore e sparandomi l'intera serie di Dee Giallo nelle cuffiette.

Per semplicità narrativa di qui in avanti ci riferiremo a tutto questo come a "correre*" o "corsa 2.0".

Ecco qua: dopo la calura estiva ho pensato bene di riprendere l'attività, anche se soffro molto della mancanza di compagnia. Quindi.. perché non mi fate compagnia voi???

Oh, però non pensate che sia una cosa facile, accompagnarmi a correre* è un'attività tanto sfiancante già dalla fase della programmazione, che poi mettere i piedi uno davanti all'altro diventa la cosa più riposante.

Allora, per prima cosa procurativi un pedometro, o, più semplicemente, scaricatevi l'app sul cellulare (la mia preferita è Runtastic). Poi per tre giorni rassegnatevi all'idea di camminare col cellulare perennemente infilato in tasca, dal momento in cui vi alzate al momento in cui andate a letto.

(in questa fase potrebbe essere di enorme aiuto sfilare il cellulare dalla tasca quando andate in bagno, o rischiate di ritrovarvi a sperimentare un'angosciosa escalation di carta igienica - phon - notte a bagno nel riso)

Fffffffatto?

Prendete nota dei risultati, perché saranno eclatanti.
Per quanto mi riguarda, ecco i miei tristissimi numeri:

Giorno 1: 2170 passi (ma ho trovato parcheggio giusto di fronte all'ufficio, evento che capita circa due volte l'anno);
Giorno 2: 2420 passi
Giorno 3: 2230 passi

Non sto qui a fare la media, ma, vabbè.. lo so che sono sedentaria, di che accidenti pensavate che stessimo parlando?!?!

Ora, l'obiettivo è incrementare poco alla volta i miei passi fino ad arrivare, con una buona dose di ottimismo, alla soglia dei 10.000 passi quotidiani.

Ecco il programma della prima settimana:
Lunedì: 2000 passi
Martedì: 2000 passi
Mercoledì: 2500 passi
Giovedì: 2000 passi
Venerdì: 2500 passi
Sabato: 2050 passi
Domenica: 2750 passi

La settimana successiva si riparte da 3000, e così via..
(ovviamente se voi avete una media meno bradipale della mia, partite direttamente dalla vostra e aumentatela fino ai famosi 10.000)

Tutto chiaro?
Chi viene a spasso con me???

3 commenti :

  1. Quasi quasi ... è che sono troooopo pigra! :(
    Ma ci penso.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. eddai paola! se ti ci provi vedrai che i miei sono numeri da ultrapigra.. daidaidai..

    RispondiElimina
  3. al momento secondo me sono ben oltre la soglia dei 10000 ma non ho un pedometro e nessuno mi potrà sbugiardare

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...