Keep your seat belts fastened

Ci siete? Bene, allacciate le cinture, perché oggi si parte.. 
Destinazione: le magiche lande del  M O N D O B L O G G O.

Che rapporto avete voi con i blog, il vostro e quelli altrui?

Io penso che chiunque decida di aprire un blog abbia una vena più o meno latente di esibizionismo: io sono un'ottima cuoca, guarda che bei ricami, ecco le mie ultime 49 foto indossando una gonnellina di Zara..

(poi ci sono io: guarda come scrivo bene e che grande autrice si sono persi quelli di Zelig...)

Era il 17 Gennaio del 2006 quando decisi di aprire questo blog, il cui nome (qualcuno se l'è mai chiesto?) nasce dalle ceneri di una precedente - fallimentare - esperienza con un sito, un sito vero e proprio, per il quale pagavamo addirittura un canone.
Il 2006, cavoli!! Avevo da poco concluso gli studi, lavoricchiavo in maniera intermittente e avevo un sacco, ma proprio un sacco, di tempo libero: erano gli anni di Agocolla, delle chat pomeridiane con Simona, Vale e Monica, dei primi acquisti oltreoceano e lo scrapbooking ancora di là da venire.

Poi gli anni sono passati, e su queste pagine si sono accavallati temi, lettori, amicizie (alcune sono nate, altre si sono infrante). 
Ci sono anche stati lunghi momenti di silenzio.

Niente, che ci volete fare, oggi sono un po' nostalgica...

Tutto questo per dire che il mio rapporto col mondobloggo in generale riflette quello che è il mio rapporto con il mio blog: un po' diario (= spiare le vite altrui), un po' condominio (= avere sempre qualcuno intorno con cui fare due chiacchiere, o a cui chiedere una tazza di zucchero), un po' cazzeggio libero (questa sarebbe la piscina di Melrose Place).

Poi c'è la mia vita privata, sostanzialmente separata: qualcuno dei miei amici (sicuramente mio marito) sa che ho un blog, ma nessuno di loro (sicuramente mio marito) viene qui a leggere le mie fesserie.
Un po' perché gli ho lasciato credere che trattasi esclusivamente di scrapbooking (= brillante uso di una terminologia oscura per tenere lontano i cuoriosi), un po' perché sinceramente.. non mi va!

Vi immaginate? dovermi trattenere nel parlare di quando non ho invitato Giusy a pranzo, o dell'ultima mattana di mia suocera, o dei 16 barattoli da caffè che Daniele tiene nel frigo? Ma anche no, grazie..

Per contro, c'è facebook: questo nasce col mio nome e cognome sopra, e non posso far nulla per evitare che mi cerchino cugini di quarto grado o compagni delle elementari fintamente nostalgici. Quindi esiste un account facebook col mio nome, e nessun seleapi. Potrei farlo, ma se Iole fa amicizia con seleapi poi tutti gli stalker della mia vita privata mi vengono dietro.. un macello! (che poi, 'sto facebook ha rotto, troppi cagnolini&paperelle, pochi contenuti.. il guaio è che ancora mi serve per Candy Crash..).

Instagram è terra di confine: su Instagram ci metto le foto della cioccolata bevuta con la mia collega (non Giusy, evidentemente) e l'ultima pagina del mio December Daily, creando una gran confusione di commenti quando al mattino trovo trenta like delle Americane che si sono collegate di notte e qualche sparuto "ma nun hai chiffari??" degli amici che non capiscono l'utilità dei molteplici scatti al carrello Raskog pieno del mio armamentario.
Però mi piace. Instagram è (ancora per poco) terra d'élite.
Quando colonizzeranno Instagram coi pupini e le battutine a sfondo sessuale mi darò a qualcos'altro.

E voi?? Questo argomento mi affascina molto..
Chi separa il privato dal (mini)pubblico? Chi difende ad oltranza la propria privacy?
E come?
E perché??

10 commenti :

  1. Perché ho aperto un blog : fondamentalmente x avere uno spazio mio , una valvola di sfogo ( come mi avevi detto tu). Convengo sul latente esibizionismo (e che? Le mie splendide creazioni devono rimanere nascoste all'universo mondo? )C'è anche il desiderio di condividere passioni che dal tuo ambiente non vengono capite. Ma c'è anche il bisogno di parlare in libertà di pensieri , dubbi e inquietudini con cui non puoi continuamente tormentare l'amica del cuore. Per quanto concerne la privacy. ..NESSUNO DEVE SAPERE, perché altrimenti che libertà c'è. L'Amato Bene ha saputo, mio malgrado, perché avevo bisogno delle sue competenze informatiche. Confido che, rispettoso com'è non vada a curiosare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ci credo.. se avessi continuato a tenergli nascosto tutto quel ribollire di pentola, a quest'ora oltre al pc di casa vi erano esplosi pure il dolby surround e il minipimer..

      ATTENZIONE, annuncio all'universomondo: la Signora Dolcezze ha aperto un blog!!!

      Elimina
  2. ciao Iole! sono la prima a commentare (vinco qualche cosa?) scherzo! ovviamente... io con il mondobloggo, ho un rapporto.... boh!! ho un blog, ma è privatissimo (nel senso che nessuno sa che l'ho aperto (non ho mai dato il link a nessuno....) serve solo a me.... (strana? probabile..) è che non sono pronta a dividere con altri che non so neanche chi siano.... vabbéh!! strana..... facebook? x me .. delete!! ma figurati se mi interessano i compagni di classe...( la scusa di tutti!!!!!!!!!!!) non ci andavo d'accordo neanche a scuola!!!!!!!!! istagram non so neanche cosa sia :( e pinterest? béh non ho ancora capito bene come funziona..... ma ho già 3/4 follower (?) e 7 repin (????)....
    un caro abbraccio
    A, CT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello, questa del blog segreto non l'avevo ancora sentita... bello schiaffo morale a quelli che vendono la nonna per qualche follower in più..

      Elimina
    2. ahahahahah!!!!

      Elimina
  3. ops... sono diventata seconda.... non vinco niente....

    RispondiElimina
  4. Non lo so, non ci ho mai pensato, ma sicuramente c'entra l'esibizionismo, quando a casa faccio vedere i miei lavori ne ricavo grosso modo un " Bellino" e credo che di questo mi fossi stancata, aprire un blog aveva certamente l'utilità di accrescere la mia autostima quando, tardi, mi sono accorta che i blog sono seguiti perchè sono di moda, ho cominciato a parlare così come sono io e non per come mi vorrebbero gli altri, i commenti e i follower sono sempre scarsi ma l'autostima è cresciuta un sacco.
    FB peggio che mai, doppio account, uno per candy crush e i compagni di scuola ed uno mio personale che porta il nome del blog, perchè? Per non sentirmi dire dai miei compagni di università che la grande pittrice è diventata un'artigiana. Pinterest è una droga, Instagram ..... qualcuno mi ha erudito e adesso....

    RispondiElimina
  5. Anche io ho gli stessi dubbi, per i miei blog ho una pagina FB separata e solo due/tre amiche sanno e seguono i nuovi post. Più che le persone del mio privato, mi preoccupano i colleghi, mi piace tenere strettamente separate le due cose, ma alla fine su LinkedIn ho pure delle amiche Blogger. E poi se conosci dei blogger nel mondo reale gli aggiungi o no a FB personale? Io sì, ma ora è tutto un casino. E Pinterest? Nasce virtuale, ma si scontra anche lui con il mondo reale... aiuto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. soprattutto conosco il tuo mondo lavorativo.. ora li sto mandando tutti in crisi a forza di foto del december daily.. la gente mi chiama perplessa perfino da altri coordinamenti...

      Elimina
  6. iole ho latitato un pò.... mi sono rimessa al passo...
    il blog è nato 2 mesi dopo mia figlia... sarà stata una forma di evasione??? di sicuro c'è che erano un paio di mesi che gironzolavo tra socie ASI e blog candy... e che erano circa 3 anni che rimandavo l'iscrizione ASI (fatta in quei giorni)
    esibizionismo... certo!
    però io di solito non scrivo che meraviglia ho fatto o cose del genere... qualceh volta ho scrito geniale eh? ma con ironia! (anche se egocentrica lo sono e tanto)
    fb mi sono sempre rifiutata così come twitter... instagram e pinterest (non dirò nulla sennò si aprirebbe un capitolo lungo più delle divina commedia... vabbè giusto una parola... trovo che pinterest sia la tomba della cretività, non epr tutte eh... ma per chi copia paro paro! gli altri non li trovo utili per niente, fb è tutto un postare e cliccare mi piace ma non sai neanche chi ha messo le foto... e che foto... animaletti, cuoricini bleahhhh.. che è candy crush?)
    detto questo... non nascondo nulla... non mi metto con megafono a dire ho un blog questo è il link ma se capita lo dico... diciamo che oltre le persone del giro scrap etc sono poche le persone interessate... basta dire scrapbooking... scrap che??? :)

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...