Gardening & Co.

Coi primi raggi di sole, si sa, fiorisce anche la voglia di dedicarsi un po' alle proprie povere piantine, stremate da un inverno lungo e particolarmente freddo, perfino in questo strambo angolo d'Italia dal clima para-tropicale.

E' un po' che scatto foto alle nostre piante, rimandando ogni volta il momento di sedermi a scrivere un post.. così mi ritrovo con una quantità incredibile di immagini che mostrano i progressi di ogni singola pianta! Se non l'avessi fatto, non avrei mai creduto che si fossero trasformate tanto nel giro di un mese o poco più!!!





Sono particolarmente affezionata a queste piantine di calancola perché sono le prime a cui io mi sia mai dedicata (e ribadisco: IO!!! Rivendico il diritto alla primogenitura, nonostante le derivazioni assolutistiche del pollice verde di Daniele, come si vedrà).

Questo è il terzo anno che le ho sul davanzale, e guardate che po' po' di fioritura!

 

La calancola è una pianta particolarmente facile da tenere (molto fiorita, ma comunque del genere succulente), ed è anche incredibile quanto sia facile ricavarne talee: ogni volta che la sfrondo (cosa frequente perché il fogliame fitto tende a generare parassiti), mi spiace buttar via le foglie eliminate e così le infilo in un po' di terra chiedendomi se prenderanno mai.. ecco, da una piantina comprata a 3 euro, ora mi trovo con 3 davanzali fioriti!!!







Altro mio orgoglio sono le piantine aromatiche: soprattutto in tempi di dieta, le erbe e le spezie diventano fondamentali, e cosa c'è di meglio che coltivarli sul davanzale della cucina?

Al momento lo stock non è ancora al completo (mancano basilico, erba cipollina e menta), ma alla prima incursione in campagna conto di sottrarne indebitamente ai suoceri..







In compenso abbiamo maggiorana, timo e rosmarino!



Anche quest'ultimo l'ho scippato alla siepe (in senso letterale: saranno  10 metri!!!) che circonda la casa in campagna dei genitori di Daniele e, nonostante i dubbi iniziali, mi pare abbia preso proprio bene!



Ma... avete visto che carini i miei plant markers??








Si tratta di bastoncini di legno con incisi i nomi delle piante, che ho preso qualche mese fa su ebay.
Sì, okay, non venitemi a dire che il prezzemolo non ha molto a che vedere con la maggiorana... io il prezzemolo non lo uso e i marker erano troppo carini per lasciarne uno in un cassetto!!!





Per finire la carrellata delle "mie" piantine, ecco qualche immagine della crassula (made in Ikea.. era alta sì e no un palmo)...











...di un altra pianta cactacea presa da Ikea (che Daniele si ostina a voler ripiegare verso il basso, nella convinzione che debba scendere a cascata)...










...e di un alberello simile al mirto dal nome sconosciuto ma dai fiori molto vivaci!






E così veniamo a Daniele...

Ah già, non ve l'ho detto... mio marito è gravemente ammalato: s'è preso una specie di peste verde, un vaiolo spinoso, e passa ormai le sue giornate interamente assorto dalle seguenti occupazioni:
- miscelare terreni;
- preparare talee;

- leggere su internet qualsiasi cosa sia mai stata scritta a proposito delle piante grasse nelle due lingue che conosce, nelle molte che intuisce e probabilmente anche in cirillico;
- misurare con un incongruente righello Hello Kitty ogni cm guadagnato da una spina o da un proto-bocciolo e riempirne di appunti  i (miei) quaderni Muji (apparentemente ogni pianta necessita in media di una 50ina di pagine);
- assumere un'aria guardinga e corrucciata se le sue speculazioni non trovano adeguato corrispettivo nella realtà;
- assillare la sottoscritta con continue domande circa un ipotetico spostamento di qualche millimetro del vasetto X o della piantina Y, conseguentemente al quale le povere piante non ricevono più la giusta quantità di raggi solari, di ombra, o del benefico influsso della sua stessa vicinanza;

Per farla breve, ecco i frutti di tanto spasmodico lavoro:





Che sia finita qui? Meno che mai!!!
Ogni giorno, infatti, rincasando scopro una nuova nursery infrattata sotto il decoder, dentro lo sgabuzzino, sopra lo stendino dei panni.. il tutto corredato da una simpatica serie di minuziosissimi post-it in cui mi viene dettagliatamente spiegato come compiere operazioni di risaputa difficoltà quali aprire le imposte o spazzare il pavimento..

No, vi giuro, questo negli accordi matrimoniali non c'è mai stato.. quasi quasi preferisco Pallina...

11 commenti :

  1. Premesso che le piante si suicidano non appena mi vedono perchè preferiscono farla finita subito :-) che meraviglia!!! Complimenti a te e a tuo marito per il pollice verde!

    RispondiElimina
  2. Piccolo consiglio; prendi le piantine di Daniele, gettale a terra e incolpa Pallina...secondo me con un solo gesto stai tranquilla tutta l'estate ^__^
    noooooo scherzo, bravissimi tutti e due...e detto da una che secca le piante con uno sguardo e tutto dire ^__^
    bacio bacio

    RispondiElimina
  3. ODDIOOOOO!!! la tua descrizione di Daniele è il mio ritratto 30 anni fa! Ho collezionato piante grasse negli anno 80, hop comprato tutti i libri di cui sono venuta a conoscenza, ho fatto parte dell'AIAS con tanto di meeting, scambio semi e quant'altro...Poi (....)non ti ammorbo oltre. La fissazione è passata, l'amore è rimasto soprattutto per le lithops, pleiospylos e simili. Abbi pazienza :)

    RispondiElimina
  4. Allora...... premetto di avere il pollice marrone.... ma mi ostino ad amare le piante, soprattutto le piante grasse (subdolamente, perchè so che hanno bisogno di poca cura), le piante con i fiori (in primissimo posto le ortensie, il nome hydrangea mi manda in visibilio, seguite da amaryllis e gerani) e gli alberi di agrumi. Nutro un'insana passione per le stelle alpine (non te l'aspettavi, eh???) che quasi mi commuovono, ma in Sicilia che speranze ho?
    Premesso tutto ciò, adoro il mio balcone tutto fiorito in aprile maggio e d'estate, nella casa delle vacanze, il mio orgoglio sono le piante aromatiche e i gelsomini.
    Un suggerimento: e se dessi uno dei cactus di tuo marito in pasto a Pallina????????????

    RispondiElimina
  5. Che bella collezione!
    Sai, è da qualche mese che fisso nei vivai le piantine grasse. Mia mamma ne ha alcune, non molte, e mi dice sempre che danno grande soddisfazione!
    Ora ribadisci anche tu che danno grande soddisfazione.
    Io chiedo: soddisfazione anche a chi, come me, il pollice verde proprio non ce l'ha? :D

    RispondiElimina
  6. Anche io ho passato una fase piante grasse, con acquisti di piante già fatte o semi nel mini semenzaio ..... insomma alla fine comunque son morte tutte, davo troppa acqua! Passata la fissa! Ma le CALANCOLE sempre sul davanzale?????? qui con le calancole è un casino, piacciono anche a me ma l'ideale è metterle tra i doppi vetri e le lasci tutto l'anno altrimenti dentro e fuori casa di continuo a seconda di freddo e umidità! e poi sicuramente non diventano grandi come le tue! che spettacolo!

    RispondiElimina
  7. wow che successo ha avuto questo post! grazie a tutte per i complimenti.. e sì, devo ammettere che sto pian piano cominciando a capire che quella per le piante grasse è una vera e propria mania..

    @giuli: guarda, a me è sistematicamente morto tutto quello che ho piantato prima di questi esemplari! vabbè che sceglievo piante non adatte al clima in cui vivo.. però le grasse sono una sicurezza, come fa a morirti un cactus!?

    @clara: sbaglio o le ortensie hanno comunque bisogno di molta acqua e ombra? anche a me piacciono un casino, ma non ho grandi speranze di vederle prendere qui..

    @simo: sarà la differenza climatica!! io ho i balconi esposti a sud (= sole per 7-8 ore al giorno) e vivo in un clima para-tropicale!! le calancole stanno sempre fuori, e, ancora meglio, sono fiorite da marzo a dicembre!!!

    RispondiElimina
  8. Mi hai fatto morire con la descrizione delle nursery che si materializzano in ogni dove!!praticamente mi ha descritto, ora ho solo 3 talee di edera in attesa ma ci sono stati tempi in cui avevo succulente e cose strane scippate lungo la strada...Mi dispiace, ma Daniele ha la mia solidarietà, è troppo bello vedere gli sviluppi delle piantine che si curano con tanto amore!Un abbraccio e ....ma hai guardato bene, non c'era negli accordi prematrimoniali la nursery delle succulente? :))))

    RispondiElimina
  9. Ogni volta che passo di qui mi fai morire dalle risate, adoro i tuoi post :)
    Posso affittarti per una settimana per rinsanare le mie piantine in ufficio??? :)

    RispondiElimina
  10. guardo con invidia e tristezza i tuoi cactus... il freddo gelidissimo di ques'inverno me li ha crasati praticamente tutti sigh!!
    ma la crassula!!! che spettacolo!!!

    RispondiElimina
  11. Un post spettacolare... belle le vostre colture!
    Passa da me che c'è un piccolo premio per te...
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...