Travel Journal Madrid

Ricordate il mio travel journal, realizzato su progetto di Franca ??
Finalmente l'ho completato!!!

cover TJ Madrid


Innanzitutto, devo dire, l'idea di avere un quaderno di viaggio mi è SEMPRE stata congeniale! Sto provando ad andare indietro con la memoria, e credo proprio che il primo esempio sia di un ormai lontanissimo viaggio studio in Gran Bretagna.. più o meno 1995!!! Poi, negli anni, ho sempre continuato a portarmi un quadernetto ogni volta che andavo all'estero, ma ovviamente prima di conoscere lo scrapbooking mi limitavo ad annotare le mie osservazioni e tutt'al più ad appiccicarci qualche biglietto di metro o qualche cartolina..

..ora la mia prospettiva è senz'altro diversa!!


Resta però la caratteristica che i miei travel journal sono fatti assai più di parole che di immagini:  
buongiorno a tutti, sono una grafomane!

Grazie allo scrap ho però imparato a bilanciare meglio la parte scritta con le fotografie del viaggio. Del resto so già in partenza che se non prendessi appunti durante il viaggio, inevitabilmente una volta tornata a casa mi resterebbe solo una gran bustona di memorabilia e dei ricordi che andrebbero via via scomparendo in attesa che la sottoscritta si decidesse a stampare le foto, organizzare un album e realizzarlo.

Senza pretese di insegnare niente a nessuno (e ci mancherebbe!), ecco in pratica come procedo nell'assemblare un travel journal:

Prima della partenza:
- realizzo il supporto
- NON decoro la copertina (tenendo il diario sempre in borsa, finirei per sciuparla)
- decoro le pagine interne con un bel po' di carte patterned che facciano da sfondo. Naturalmente mi tengo sul generico, visto che non ho nessuna idea di come verranno poi riempite quelle stesse pagine. Qualche (pessima) foto di questa fase è QUI
- preparo un numero imprecisato di decorazioni da portarmi dietro per usare all'occorrenza: tags da applicare qua e là, motivi generici sul tema viaggi, qualcosa di specifico sul posto che vado a visitare, motivi ricavati dalle stesse patterned usate per gli sfondi. Il tutto raccolto in una bustina trasparente che attacco direttamente all'interno del diario e che poi mi servirà per contenere cartoline o biglietti da visita

Durante il viaggio
- mi porto dietro un mini-astuccio contenente davvero l'indispensabile per scrappare on the road: 2 penne nere di spessori diversi, 1 penna in tinta con i colori delle patterned, colla a nastro, 1 tampone per sporcare, 1 washi tape. Le forbici putroppo restano fuori per via delle norme sul bagaglio a mano (in genere viaggio col solo bagaglio a mano).. per cui mi ritrovo sempre a chiederle in prestito negli alberghi in cui alloggio! Anzi.. se vi viene in mente una soluzione, sono tutta orecchie!!!
- Raccolgo l'impossibile durante il giorno e poi di sera (spesso anche nei caffè in cui mi rifugio quando sono troppo stanca per camminare ancora) scrivo a getto e appiccico i miei memorabilia: biglietti di aereo, bus o metro, entrate a musei o palazzi, biglietti da visita, buste o etichette di negozi.
- non avendo foto, mi arrangio con le cartoline, scegliendo in genere quelle multi-immagine per una questione di formato.

Al rientro
- completo la copertina
- aggiungo, quando voglio, qualche foto
- ripongo il mio travel journal.. in attesa del prossimo viaggio!!!


video

6 commenti :

  1. Spettacolare! Mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  2. wow!!!! è veramente bellissimo!!!!!

    RispondiElimina
  3. Ma che bello!!!!!!! Non credo che sarei mai capace di realizzarlo.......... ma hai sentito che ci sono gli uccellini in sottofondo??????????? Rendono la visione.... romantica!

    RispondiElimina
  4. clara, sei tu che sei troppo romantica!!! io sento gli uccellini e penso solo che la mattina mi svegliano alle 5!!!!

    grazie ancora a tutte :D

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...