Il Magic Team

Lo so, lo so, dovrei parlavi del meeting.. ma sto ancora aspettando di recuperare qualche foto!!

La sottoscritta, infatti, ha pensato bene di scattare solo le prime 4-5 foto all’allestimento della sala, dopodiché si è lasciata travolgere dalla gran confusione di visi, risate, chiacchiere, allegria.. e la fotocamera era bella e dimenticata!
Una sola cosa posso anticiparvela già da ora: è letteralmente incredibile quanto l’atmosfera si sia scaldata fin dal primo momento, senza imbarazzi o esitazioni, come se ci conoscessimo tutte da una vita!

Per i dettagli, però, vi rimando al prossimo post!

Oggi invece voglio parlarvi della vera, unica e sola Squadra Formidabile.
Altro che Milan, altro che Marvel, altro che NBA: i veri campioni siamo io, la Matiz e il mio cellulare!!!

Noi tre assieme saremmo in grado di andare in capo al mondo.. anzi.. probabilmente lo faremo! Siete già pronte ad infilare corone d’alloro con cui cingerci il capo e il parabrezza? Okay, vi spiego anche perché..

1) L’autista che è in me è un’autista assai problematica: invece di prendere la patente a 18 anni, come tutti i miei coetanei, ho provato ad ignorare bellamente l’intera faccenda della guida fino a tempi assai recenti. Va da sé che quando poi è stato impossibile spingere oltre la mia finzione, avevo maturato un non indifferente blocco psicologico nei confronti delle automobili, che ho lentamente e pazientemente dovuto sgretolare a forza di false partenze e colpi di clacson (quelli altrui.. nei miei riguardi!).

2) La Matiz: il mio bolide azzurrino viene nientedimeno che da Rimini, e, probabilmente, non s’è più ripresa dalla traversata interregionale che le ho fatto fare qualche anno fa. Segnata dagli acciacchi del tempo e da piccole controversie che ho avuto con cancelli invisibili, muretti semoventi, e altre auto invidiose, l’ultima volta che un elettrauto l’ha visitata, dopo averne auscultato ogni più piccolo battito del motore, ha concluso che, tecnicamente, la Matiz era morta da due anni.
Lei però non lo sa, e per questo continua a camminare.

3) Il cellulare: scelto tra mille in base alla sua economicità, scopro ogni giorno che è dotato di nuove funzioni. L’ultima, la più recente, è quella di navigatore. Ho appurato grazie all’uso che è in grado di condurmi praticamente ovunque (fatta eccezione per gli 800 m scarsi che ci sono da casa mia all’ufficio: in questo caso si confonde, cita nomi di strade mai esistite e recupera misteriosamente la toponomastica di fine Ottocento in un disperato tentativo, credo, di ricondurmi a Napoli).

Insomma, le premesse non erano delle migliori, ma, inspiegabilmente, il nostro Magic Team funziona meglio degli All Stars e della Compagnia dell’Anello: il nostro legame non si esaurisce nell’andare semplicemente da qualche parte, ma ha implicazioni morali, sentimentali, socioeconomiche.

Per darvi un esempio, ecco la conversazione svoltasi in auto durante il tragitto per raggiungere la sede del meeting:

Signorina Rottermeier: gira di qua, costeggia, svolta appena appena, eccetera

Io: sicura, eh? Perché qua stiamo lasciando la città..

SR: tieni leggermente la destra, svolta leggermente a sinistra, costeggia leggermente, ecc. (la tizia ha sposato la svolta light della mia vita)

Io: okay.. però guarda che qua intorno ci sono solo campi di cavolfiori..

SR: continua pure su questa strada assurda e evidentemente sbagliata, e non preoccuparti se intorno a te vedi solo gruppetti sempre più nutriti di lavoratori di colore che ti guardano storto..

Io: no, perché, insomma, io non ho alcun pregiudizio razziale e fosse per me non esisterebbero confini nazionali, però, ecco, non posso fare a meno di ammettere che.. ecco.. a certe condizioni di vita corrisponde tendenzialmente un aumento del tasso di criminalità, e… cioè… non che sia automatico, ma, come dire, la statistica insegna..

SR: tra duecento metri raggiungerai la tua destinazione

Io: eh?!?!? Ma la mia destinazione non era mica l’Uganda!!!!



DUKAN DIARY giorno # 40

Meraviglia delle meraviglie, stamattina siamo a -8,4! Sogno o son desta? Stamattina quasi non volevo crederci.. continuavo a salire e scendere dalla bilancia, cosa che a pensarci faccio sempre, solo che di solito la speranza è che segni qualcosa in meno, oggi invece cercavo di convincermi del numero che leggevo.

Tutto procede benone, insomma! E una rassicurazione per tutte quelle che hanno espresso preoccupazione per la mia salute: analisi ritirate ieri, tutto nella norma e addirittura un leggero miglioramento di qualche valore.

2 commenti :

  1. Anonimo13:53

    Sono molto felice per te!
    -8,4!!! Stay strong.
    Stella

    RispondiElimina
  2. Divertentissimo questo post dedicato alla Matiz non morta e al tuo efficientissimo cellulare ^_^
    Complimenti per la dieta, devo confessare che ero scettica riguardo la Dukan 8kg sono tanti.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...