Story of a Home - Special Guest parte I

Avevate dubbi? La prima, indiscussa, gigantesca guest star per quanto riguarda la mise en place della nostra nuova casa è sempre lei..


Ora, non so voi che rapporti abbiate con Miss Sweden, ma per quanto mi riguarda la storia è più o meno questa: era la primavera del 2004 e la sottoscritta, allegra&spensierata nonostante la recente perdita del suo primo posto di lavoro e l'ancora più recente rottura sentimentale con Pasquale detto Banderas (e ho detto tutto), attraversava Piazza Dante a Napoli indecisa se investire i suoi ultimi 10 euro nei libri usati di Port'Alba o in un sandae al cioccolato da Mac Donald's.
All'improvviso nel centro della piazza vedo quello che poi si sarebbe rivelato essere un tavolino LACK, solo in scala 1:2.000.000, nel senso che sotto al tavolino ci potevi parcheggiare una 500.
Pochi metri più avanti, ed ecco una POANG aereodinamica ed immensa.

Insomma, io ancora non lo sapevo, ma la Svezia era ufficialmente entrata nella mia vita.

Da quel momento in poi non si contano le volte che ho trascinato ad Afragola amici conniventi e fidanzati spazientiti, una madre complice ed un padre manipolato, senza risparmiare nessuno (purché automunito), ed arrivando a costringere anche degli amici in visita dalla Namibia, millantando che quella fosse la strada più veloce per Pompei.

Naturalmente quando ho deciso di mettere su casa dove altro avrei potuto farlo, se non nel punto geograficamente più lontano possibile da un negozio Ikea? Ebbene sì, eccovi spiegato il motivo del mio trasferimento in Sicilia: ho preso un atlante e, a forza di studiare, ho scientificamente provato che il luogo più lontano dalle BILLY e dalle EXPEDIT che avrei mai potuto raggiungere era proprio quello, Agrigento.

Ma non mi sono data per vinta: in un'epoca non così lontana (2009), eppure ancora tragicamente priva di wifi e connessioni h24, grazie ad un banalissimo cellulare di prima generazione e a precise&perentorie indicazioni date in tempo reale a mia madre e mia zia, sono riuscita a farmi spedire da Napoli quelle tre o quattro cosette di cui sentivo di non poter proprio fare a meno, arrivando ovviamente a pagare delle spese di spedizione i cui costi complessivi si avvicinano molto al bilancio di uno stato europeo di medie dimensioni.

Poi, all'improvviso, la notizia: Ikea avrebbe aperto una sede a Catania!
Non esattamente sotto casa, certo, ma almeno avrei potuto smetterla di comprare solo tazze, bicchieri  contenitori di plastica (le uniche cose che riuscivo ad infilare nel bagaglio a mano).
Di tanti giorni che avrei potuto scegliere per il mio emozionante debutto alla Svezia in salsa sicula, naturalmente, sono andata a pescare la prima domenica dopo l'inaugurazione, una roba a metà tra una tana di termiti e la giornata mondiale della gioventù di Rio.

Da allora ogni passaggio per Catania (passaggi che, quando si tratta di dover prendere un aereo, sono ahimè spesso obbligati) si trasforma in una buona scusa per un salto all'Ikea e non vi nascondo che spesso i voli da prenotare sono stati scelti non in base alle tariffe più economiche, ma in base alle ore di libertà che avrei potuto trascorrere tra MALM e FAKTUM.

(il tutto si è recentemente complicato da quando pretendo di infilarci anche una visita da Tiger, ma ce la posso sempre fare..)

Insomma.. chiaro ora perché al momento di completare gli arredi di casa la sottoscritta non avesse più nessun dubbio su dove doversi recare..???

6 commenti :

  1. Ikea per sempre!!!!!
    Tiger mi manca, non ci sono mai stata perchè non ne ho nemmeno uno vicino.... purtroppo... o per fortuna.... =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è tutto un mondo di ikea-dipendenti che aspetta di trovare la sua voce..
      in quanto a tiger, puoi dirti fortunata, ci sono famiglie che si sono sfasciate per molto meno..

      Elimina
  2. ciaooooo Iole....che piacere vedere che il tuo blog, a differenza dl mio, è in piena attività e tu sei sempre la solita adorabile, simpaticissima chiacchierona!!!! :)
    Ricordo con piacere la tua visita a MIlano.....lustri e lustri fa, e mi vieni in mente ogni volta che mi porto a casa il mio bel vasetto di crema ai pistacchi (tutto merito tuo se sono diventata dipendente di cotanta bontà!!!!)
    Un baciotto e un abbraccione.... :)
    danny*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao danny, che bello risentirti! qualche tempo fa è passata da queste parti anche monica.. mi viene proprio nostalgia di quei pomeriggi passati su msn.. chissà che fine hanno fatto simona e vale,, tu le senti mai??
      un bacione a te!!!

      Elimina
    2. riecchime!!!! :) ...già...erano gran bei tempi per tutto quelli. Qui tanti cambi di tutto....uuuffff....ma vabbè! :)
      No non le ho più sentite...forse Simo un paio di anni fa quando avevo mandato una cara vecchia mail al gruppo del RR o BDF....di Vale nulla.
      Ma tu hobbycchi ancora????
      super baciotto. :)

      Elimina
    3. hobbycchio, hobbycchio... però mi limito allo scrapbooking, è un bel po' che ho abbandonato aghi e filo.. per quanto, con tutto questo rimestio ristrutturazionista in corso, mi sa che un pensiero a riprendere la vecchia attrezzatura lo starei anche facendo..

      Elimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...