I figli delle casalinghe

Nei tempi moderni, a causa di una malevola congiuntura astrale solitamente definita "crisi economica", sono sempre più rare le casalinghe per scelta, e sempre più frequenti le donne che una professione, quale che sia, devono pur cercarsela, perché in casa con uno solo stipendio (di quelli che girano oggi) tutt'al più ci puoi campare una famiglia di criceti.

Gira voce, però, che in epoche arcaiche esistessero queste figure materne ed amorevoli, che, con grandi fruscii delle loro gonne a routa, provvedessero al benessere della famiglia tutta, cucinando, pulendo e badando che ogni necessità dei propri cari trovasse pronta soddisfazione.
Mi rendo conto che a parlarne oggi sembra quasi un mito, e già sento risuonare alle orecchie le note di Happy Days con l'incrollabile sorriso della Signora Cunningham, però, a volerci riflettere, queste figure angeliche prima di sparire del tutto hanno ben lasciato qualcosa dietro di sé: dei figli tirati su nell'invincibile convinzione che tutto quello che riguarda la casa e la famiglia sia di esclusiva competenza femminile.



I figli delle casalinghe sono esseri mitologici composti da metà uomo e metà poltrona;

I figli delle casalinghe ritengono che il proprio impegno in casa di esaurisca nel "dare una mano" (obiettivo già discutibile in partenza, e che il più delle volte si configura nel portar fuori la spazzatura);

I figli delle casalinghe se sono a tavola ed hanno bisogno di un bicchiere, trovano naturale chiederlo alla donna più vicina;

I figli delle casalinghe non hanno più comprato autonomamente un capo di vestiario da quella volta che erano tornati dalla gita di V superiore con la maglietta I Love Ibiza;

I figli delle casalinghe, se gli chiedi di mettere su l'acqua per la pasta, facile che ti rispondano titubanti "ma con l'acqua del rubinetto?!?";

I figli delle casalinghe sono genuinamente dispiaciuti quando ti fanno notare che il pavimento della cucina avrebbe bisogno di una ripassata, ma il loro genuino dispiacere non li porta nemmeno lontanamente a considerare l'ipotesi di prendere in mano il mocio;

I figli delle casalinghe raramente riescono a servirsi da soli da un vassoio comune, preferendo attendere che qualcun altro riempia loro il piatto, si sa mai che una porzione prelevata in autonomia sconvolga gli equilibri alimentari dei commensali tutti. Nei casi più gravi, i figli delle casalinghe non sono in grado neanche di salare da soli la propria bistecca;

I figli delle casalinghe sono capaci di chiederti per la millesima volta dove sono riposti i calzini, indipendentemente dal fatto che le novecentonovantanove volte precedenti tu gli abbia laconicamente risposto "nel cassetto dei calzini". Accolgono inoltre con grande meraviglia e palese stupore la scoperta di un qualsiasi oggetto in casa propria, anche se quell'oggetto era lì in bella vista da magari dieci anni;

I figli delle casalinghe ricordano bene l'epoca, ormai lontana, in cui erano i loro papà al centro di tutto il sistema domestico, e costa loro infinite sedute di analisi realizzare che il sistema domestico attuale ha sul trono non già le consorti, ma dei marmocchietti urlanti;

I figli delle casalinghe, nonostante tutto, si sentono in diritto di prenderti in giro se chiedi loro di riempire la vaschetta del tergicristalli, perché, ehi, "non avete voluto la parità tra uomo e donna?";

Se avete sposato uno di questi esseri, amiche mie, avete tutta la mia compassione.
Se avete sposato uno di quelli che passano la lucidatrice a terra e badano ai bambini meglio di Tata Lucia, avete la mia ancor più sincera invidia.

Qualunque sia il vostro caso, di una sola cosa vi prego: attente a come tirate su i vostri figli.
Soprattutto i maschi.


12 commenti :

  1. Ehm...tua suocera è una casalinga? La mia sì...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...tu che dici??
      :(((((

      Elimina
  2. Condivido!!! Anche io ho la suocera casalinga!!! Per fortuna mia mio marito ha vissuto qualche anno da solo e quindi almeno sa cucinare e apparecchiare la tavola!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai qual è il punto?? quasi siamo grate ad uno che fa appena un pelo più dello zero assoluto.. mentre dovremmo pretendere molto, ma molto di più..

      Elimina
  3. e comunque la spazzatura la faccio sempre io...anche imbiancare...cercare l'idraulico se serve... pure il muratore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assia, e che è...??? e il signor mithril che contributo da al menage familiare?

      Elimina
  4. Il mio va a mangiare dalla mamma se io non ci sono
    Fosse per lui indosserebbe sempre gli stessi pantaloni

    Ma a lavoretti di casa è il numero uno
    porta via la spazzatura, apparecchia la tavola con le posate al posto giusto, asciuga i piatti....
    insomma ... mia suocera lavorava.

    RispondiElimina
  5. Mio marito è una via di mezzo tra Tata Lucia e il "figlio della casalinga", dipende dalle cose.
    E io ho due figlie femmine.... che sono peggio dei maschi... ma la speranza è l'ultima a morire. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..ma tua suocera?? (domanda a puri fini statistici..)

      Elimina
  6. Conosco il genere ed é figlio dell'antitesi della casalinga

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!