Story of a Home - Imprevisti & Probabilità

Forse, come dice mio marito, siamo due incompetenti che gridano al mondo di farsi imbrogliare.
Forse siamo semplicemente due sprovveduti.

Forse sono esperienze attraverso le quali chi si imbarca per la prima volta nella vita in una ristrutturazione deve necessariamente passare, va' a sapere..

Premesse quindi l'ingenuità, la sprovvedutezza e l'incompetenza, quindi, vi chiedo.. ma voi, gente di mondo, che percentuale del vostro budget avreste attribuito agli "imprevisti"?

No, perché va bene essere ingenui, ma perfino io avevo messo di conto che ci sarebbero state spese extra, solo che, ecco.. non avrei mai immaginato che quelle spese avrebbero potuto raddoppiare triplicare più che triplicare il budget...

Un po' come se una roba che vi sarebbe dovuta costare 10 euro improvvisament ve ne costa 34, con la differenza che, se trovare i 24 euro mancanti tutto sommato è un'impresa fattibile, trovarne 24.000 diventa un po' più problematico.

(Roba che, se l'avessi saputo prima, mi sarei contetata di dare un'imbiancata alle pareti e stendere per terra il laminato dell'Ikea, altro che storie..).

Ma vabbè, ormai siamo in ballo e ci tocca ballare..


A che punto siamo?
Beh, neanche questo è tanto facile da dirsi (i problemi di incomunicabilità con gli operai, ormai acuiti dalla reciproca diffidenza, hanno il loro peso), comunque, superata la fase loft e tirati su i nuovi muri, ho scoperto di avere in camera da letto una vista mozzafiato su una chiesa del XIII secolo, che la cameretta viene precisa per i miei fabbisogni di crafter e che qualche anima ingenua ha previsto una collocazione in pianta stabile dell'asse da stiro sulla suddetta chiesa, ignorando che la sottoscritta stira tipo tre volte l'anno.

No, dai, sono contenta.

E' ancora tutto grezzo, ma per la prima volta qualche giorno fa l'ho sentita come "casa".


Certo dati gli imprevisti XXXL dovremo rivedere seriamente i nostri conti, e probabilmente non arriveremo a darle neanche un'accenno di arredamento, nel senso che per i primi anni ci arrangeremo con quello che abbiamo già e poco altro.

Pochi giorni fa ci siamo giocati il jolly sulle piastrelle, ossia abbiamo scelto sulla base del gusto e della qualità più che del portafoglio.. okay, ma questa è l'ultima! D'ora in poi ogni ulteriore scelta sarà votata al risparmio.. e che Dio ce la mandi buona!!!

7 commenti :

  1. mezz'ora che scrivo, accidenti! Dicevo che la trasmissione "Fratelli in affari" insegna che il budget lievita sempre a causa degli imprevisti.
    Buona ristrutturazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah no assia, non mi freghi: i due superfighi li seguo scrupolosamente e anzi, LORO alimentano false speranze, visto che su un budget di 160.000 $ poi magari sforano di 10.000 :( :( :(

      ripeto: io prevedevo di sforare.. ma pensavo che mettere da parte 1/3 della cifra complessiva sarebbe bastato.. invece è la cifra complessiva che è diventata 1/3 del nuovo budget!

      Elimina
  2. Non credo che ti consoli, però ti informo che il preventivo della nostra cucina è talmente lievitato che abbiamo rimandato a dopo Natale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e come ho detto io ieri al venditore di piastrelle "ah no, il bagno lo facciamo con la tredicesima.."

      Elimina
  3. sai cosa si dice? che i muratori in casa non si augurano nemmeno al peggior nemico!! ;D ;D
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sigh.. finché lo sentivo dire mi sembrava una frase fatta, ma purtroppo lo sto imparando a mie spese :(

      Elimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...