Crisis

Io ci ho provato, ve lo giuro.

Come raccontavo qualche settimana fa, se pure tra mille incertezze ho cominciato a seguire Leftovers, una serie che, in quanto al non avere né capo né coda, sarebbe seconda solo a Lost e poche altre.

Per dovere di cronaca, vi dico anche di avere seguito la prima serie fino in fondo, senza assolutamente raccapezzarmi né sul senso di tutta la storia, né sul sottotono di evidente sadismo che sovrintende le mie scelte televisive, dato che al momento non riesco a trovare alcun elemento positivo nella fruizione degli Avanzati, se non magari il fatto di imporre il silenzio alla psicologa con l'occhio fracco di Private Pratice.

Epperò, se pure inconcludenti, le 10 puntate e i 10 milioni di fuckin' che compongono la prima serie sono arrivati al termine, per cui, in attesa di nuovi pupazzi di cera e cervi imbizzarriti, ho dovuto guardarmi un po' intorno.

Nell'assoluta piattezza del torpore estivo del palinsesto Fox, una sera di particolare abulìa ho finito per atterrare sulle prime due puntate di Crisis: Signori miei,questa è roba che scotta..



ATTENZIONE: i paragrafi che seguono contengono spoiler, motivo per cui vi conviene leggerli, in maniera tale da evitare la visione dell'ennesima minchiata e darvi a qualcosa di più avvincente, tipo il campionato regionale di bocce su prato.

 La storia è più o meno questa: un super-commando di super-cattivi super-organizzati rapisce una banda di adolescenti in gita scolastica. Dimenticate però punti neri e apparecchi per i denti: scopriremo presto che, obiò, non si tratta di adolescenti qualsiasi, ma di strafighi e strafighe, figli, tipo, del Presidente degli Stati Uniti, della Capa di Tutte le Multinazionali e roba simile.

Quindi, lezione numero 1: i vostri ragazzi mandateli a scuola in qualche bel baraccone di periferia. Il atino non lo imparano lo stesso, difficilmente faranno amicizia coi figli di Mel Gibson, ma almeno vi tornano a casa per l'ora di pranzo.

La scena del rapimento è di una maestria che Spielberg se la sogna: il Figlio del Presidente gira con una scorta armata alla quale, si immagina, i colloqui di selezione li abbia fatti qualcuno un po' più qualificato di Manpower, ma ciononostante si scopre che l'Uomo-Scorta A è un venduto che spara all'Uomo-Scorta B e spiana la strada al resto del commando (sbalorditivo trucco narrativo che non si era ancora mai visto sul grande schermo).

Nonostante si sia beccato una pallottola da 40 cm da parte di uno che è nei Servizi Segreti da tipo 50 anni, l'Uomo-Scorta B non muore, anzi, si ferisce solo di striscio e si avvia a diventare l'Eroe della serie, trovando il tempo di raccattare un ragazzino paffutello che era inciampato e scappare via nell'inspiegabile indifferenza generale del Super-Commando (che sta lì a giochicchiare con un Ipad per capire se è il caso di lanciarsi o meno all'inseguimento, per cui i due beneficiano di un vantaggio di un quarto d'ora buono).


Lezione numero 2:  quando sei ferito e inseguito da un numero imprecisato di professionisti del mitra la scelta più ovvia da fare è quella di tirarsi dietro un ragazzino lento e piagnucoloso e avviarsi per i boschi, alla ricerca non già di soccorsi, ma di una maniera di fregare i cattivi e salvare tutto il gruppo.

A un certo punto uno si chiede: ma che vogliono questi Cattivissimi Uomini Mascherati?
I ragazzi vengono portati in un posto, si immagina tra i boschi, che ha tutto l'aspetto di una villa di Bel Air, gli viene servito un invitante pranzo al buffet e gli si dice di scegliersi una camera da letto al piano superiore. Roba che uno pensa meglio questo che la programmata visita al Museo di Scienze Naturali..

Comincia una caratterizzazione dei personaggi di un semplicismo agghiacciante: c'è la Bella&Matura (che infatti ha una storia col Professore Sexy), il Figlio del Presidente Sono un Vip ma ho anche Io un'Anima, i Ragazzetti Poveri finiti per sbaglio nel mucchio dei ricchi, eccetera.
Epperò, colpo di scena: a capo del Commando c'è il papà di una di questi ragazzi, fintosi accompagnatore per la gita ed automutilatosi per rendersi più credibile. Apprendiamo si tratti di un ex agente della CIA, fatto fuori perché non ha superato i test fisici.
Ora, io i quiz della patente li ho fatti due volte, però non è che me ne sono andata ad ammazzare quelli della motorizzazione.. un po' di ragionevolezza, che diamine!


Insomma, che accidenti vogliono?? Uno penserebbe soldi, i soldi sono sempre un buon movente per qualsiasi azione umana, ma no.. il Capo Commando agisce non sulla base di una banale spinta economica, ma per vendicarsi di aver fatto brutta figura al compleanno della figlia..

Lezione numero 3: se dimenticate di andare a prendere i vostri ragazzi, se non mantenete una promessa o se rispondete loro male, non state lì a perdere tempo e chiedere scusa! Vi basterà assoldare una dozzina di professionisti del terrorismo internazionale, dotarvi di tecnologia bellica e nucleare, pianificare accuratamente per mesi un'operazione che quelli di Homeland se la sognano, tagliarvi qualche dito e mettere su una faccia da sfigato in modo da fregare subdolamente tutti.

E queste sono solo le prime due puntate!!!!
Insomma.. che cos'altro avete di meglio da fare, lunedì sera??

7 commenti :

  1. Per fortuna è arrivata questa serie a rallegrare un po' la triste programmazione televisiva in generale!
    Ma non ho intenzione di guardarla, voglio sentire i tuoi resoconti anche sulle prossime puntate perché allora si che diventa interessante!
    Sei eccezionale!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah anna, io invece spero con tutto il cuore che gli sceneggiatori USA si passino una mano sulla coscienza..

      Elimina
  2. Ma te le cerchi col lanternino ste robe????
    Comunque io consiglio sempre di iniziare The Mindy Project! ahahha non odiarmi per la ripetitività ma è troppo carino!!! Però noto che ti piacciono queste serie un po' misteriose! Guardi the Mentalist??? (che però ormai, giunto alla 6 serie, di misterioso ha ben poco!)

    Allla resa dei conti io preferisco di gran lunga le comedy. Si, senza dubbio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le cerco col lanternino, sì!
      sai cosa..?? non mi piace guardare film o simili sullo schermo del pc..

      le comedy, dipende che intendi.. le sitcom proprio no, ammazzerei chi ha inventato le risate preregistrate! altrimenti.. una serie tipo..??

      Elimina
    2. Io pure!!! assolutamente non guardo sere tv con le risate di sottofondo...!!! Che nervi!!!
      Comunque il must delle serie tv è lo schermo del pc! XD Un po' di sfocatura, tutto abbastanza piccolino! per i film se sono a casa a volte collego col cavetto hdmi il pc al televisore, ma certo non si possono fare le maratone di 48, 96 h nostop di serie tv se non davanti al pc!

      Elimina
  3. ci son cascata anch'io a piedi uniti.
    spero di non finire come Lost...ma non promette nulla di buono.
    Hai visto True Blood? che ne pensi?
    ciao
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a piedi uniti in cosa? crisis?? naaaaaa, non può finire come lost, che poi tra l'altro non è mai concretamente finito.. lost è stata una bufala, ma almeno erano seri.. questi hanno proprio messo su una roba senza senso...

      Elimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...