Il metodo Flylady

Su alcune cose, inevitabilmente, arrivo seconda/terza.
Non so lanciare le mode, non è proprio cosa mia, però mi rendo conto che una cosa sta diventando di moda un attimo prima che lo diventi.
Ho trascinato gli amici nei ristoranti cinesi quando io mangiavo tutto il menu e loro spiluccavano il gelato fritto, mentre ora tutti si rimpinzano di involtini primavera. 
Andavo in Spagna a comparmi le Camper e le Desigual prima che qui tutti cominciassero a uscire tipo straccioni-chic.
Ora "corro": lo so che c'è un sacco di gente che corre da un bel po', ma datemi un paio d'anni e sarete tutti con le Nike ai piedi..

Comunque sia, anche su Flylady arrivo dopo che ne hanno parlato in rete, in tv e perfino sul Fatto Quotidiano, però, se tanto mi da tanto, ho il ragionevole sospetto che molti di voi possano non sapere di chi stia parlando, e quindi ecco tutto il metodo spiattellato ai principianti.

Flylady è una signora americana (qui le traduzioni in italiano) che s'è inventata tutto un sistema per ripulire casa basato su tre semplici accorgimenti:
- schematizza qualsiasi aspetto della tua vita con una rigidità che neanche le truppe del Führer;
- è meglio fare poco alla volta che pretendere di fare tutto insieme e in una sola botta. 
- non è possibile pulire se prima non si è fatto ordine.

Capirete bene che un sistema che mi consentiva 1) di tenere liste e 2) di giustificare la mia scarsa voglia di darmi alle pulizie omnicomprensive non poteva che attrarmi.

Dunque, il principio è più o meno questo: se ti viene in mente che l'unica maniera di tenere una casa pulita sia farlo all'old fashoned way, ossia come le faceva mammà, stai pure tranquilla che hai perso in partenza: le donne oggi non hanno più gli stessi tempi, gli stessi impegni, le stesse necessità di una Julianne Moore con la gonna anni '50.

Piccoli passi, schematismi, routine semplici ma non negoziabili: tutto il sistema si fonda su questo.
E, incredibilmente, funziona!!!

Vi spiego meglio: casa mia è una specie di buco in cui una stanza (detta alternativamente "camera di Daniele" o "Regno delle Tenebre") è una zona di interscambio spazio-temporale in cui la sottoscritta non si avventura neanche se accompagnata, mentre il resto, la sempreverde triade di servizi/soggiorno/camera da letto, era sottoposta ad un tour de force delle pulizie della domenica mattina, che oltre a lasciarmi spossata nel mio giorno di riposo, aveva la seccante caratteristica di non reggere più in là del lunedì.

Poi ho scoperto Flylady.
Poi ho cominciato i babystep.
Poi mi sono data delle routine.
Poi le ho cambiate, adattandole sempre di più alle mie esigenze.

Ora il mio lavello brilla, ho una casa sempre decente, il giorno delle pulizie di massa è stato spostato al lunedì e la mia agenda si è riempita di annotazioni in salsa scientologica che fanno ridere tutti, ma oh, ragazzi.. per me funziona!


11 commenti :

  1. Anch'io..ihihh anch'io lo uso.
    Già da alcuni mesi.
    L'ho molto adattato a me...ma funziona.
    Col tempo certe cose l'ho tolte, altre aggiunte.
    Good fly
    Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao sara! ti va di dirmi esattamente in cosa hai modificato il metodo originale? mi incuriosisce molto scoprire come ognuna personalizza il sistema..

      Elimina
  2. Anch'io l'ho provato!!
    Pure io l'ho un po' adattato alle mie esigenze, ma comunque funziona!! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao koko, benvenuta su queste pagine.. stessa domanda anche per te: esattamente come hai adattato il medoto flylady??

      Elimina
    2. I babystep mi sono piaciuti e li ho mantenuti, a parte il discorso scarpe in casa...davvero, ci ho provato, ma mi sembrava di essere al lavoro e mi metteva la depressione... :-)
      Diciamo che le variazioni sono più sui contenuti delle missioni perché non sempre sono adatte alla mia casa. Quindi prendo spunto dal piano di volo e poi adatto! ;-)

      Elimina
  3. Siamo tutte con il lavello brillante!

    RispondiElimina
  4. io sono iscritta da qualche mese... ma non ho seguito nulla! aiutooo
    c'è da dire che io ho sempre fatto una cosina al giorno, piccoli "passi" per sistemare un mensola piuttosto che la libreria etc dove si accumula il disordine... ed ho sempre evitato il giorno delle grandi pulizie... ogni tanto c'è anche quello però... ma più che altro perchè è il giorno in cui tutti e 4 puliamo, riordiniamo, prepariamo buste per caritas, amici etc...
    dimmi da dove iniziare.... stampo il pdf? e poi?
    davvero mi sento smarRITA ahahahah e non inizio mai....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. rita, la tua domanda merita una risposta più articolata di quanto non possa fare in questo commento... ora passo dal tuo blog!!!

      Elimina
  5. Oddeo ma che roba è? Ho spulciato un po' il forum e mi sono sentita smarrita. Per fortuna che quando si vive con altri 3 coinquilini le pulizie si fanno a turni! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. signorina, pochi scherzi, il metodo funziona!!! E se ben ricordo mi pare di avere intrsvisto anche una sezione sulle pulizie da studenti :p

      Elimina
  6. Posso testimoniare. Io sono stata immediatamente contagiata da seleapi sul forum Isola creativa e confermo: funziona benissimo! Sarà che anch'io amo le liste, le programmazioni e i piccoli passi, sarà che questo metodo agisce parecchio sul sostegno psicologico motivante....fatto sta che casa mia sembra già un'altra! E sono solo ai babysteps!
    Baci Iole!!!!

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...