Still decluttering...

A volte penso che il "riordino", o, come dicono gli Americani, il decluttering, mi piaccia talmente tanto che questo finirà per diventare un blog dedicato al rimettere a posto, un po' sullo stile di Organizing Made Fun.
Chissà, forse l'idea di "ogni cosa al suo posto e un posto per ogni cosa" mi affascina perché io, di mio, sarei naturalmente portata verso il disordine più totale... va' un po' a sapere come funzionano questi processi mentali!

Se poi si tratta di materiale craft, possiamo quasi dire che il rimettere a posto per me è parte integrante del lavoro creativo, il suo primo, imprescindibile step, e ci provo un gusto tale che a volte neanche il lavoro finito riesce a darmi.

Questa è stata la volta dei nastri:

Ebbene sì.. dopo 6-7 anni di scrapbooking sono arrivata a possederne davvero tanti!

Finora li ho tenuti in due barattoloni Ikea (uno si vede nell'angolo della prima foto), vagamente legati per colore attorno a dei cerchi metallici, tutti pigiati, ammucchiati e spiegazzati.
Poi, sarà che nello scrap i nastri non si usano tanto come prima, sarà che io invece continuo ad essere inevitabilmente attratta dai nastrini di ogni forma e colore (ditemi voi come si fa a resistere a un pois..), i barattoloni si impolveravano senza rimedio.

E così mi sono decisa: devolviamo allo spaghetto il suo contenitore naturale, tiriamo fuori tutto e vediamo come li si possa organizzare in maniera più funzionale, nella speranza che, oltre a collezionarli, io riesca anche ad utilizzarli quando capita.


STEP 1: è inevitabile, ogni opera di riordino ha un passaggio obbligato: tirare fuori tutto e disporlo secondo la logica del caso.
Vi confesso che quando mi sono vista il pavimento della cucina ingombro di nastrini un po' di sconforto mi è venuto.. come pure il dubbio che fosse meglio ri-infilare tutto dentro a forza e semplicemente dimenticarsi una volta per tutte dell'esistenza dei nastri!

Però poi mi sono fatta coraggio ed ho riammucchiato tutto a seconda del colore.


STEP 2: altro doloroso, ma imprescindibile passaggio: buttar via quello che non serve!
Lo so, lo so, cestinare fa male, specie poi se parliamo di armamentario craft... Ma, credetemi, è necessario!!!

D'altra parte, alzi la mano chi di noi non ha in qualche cantuccio un po' di roba comprata sull'onda dell'entusiasmo iniziale per qualche nuova tecnica, o perché ci piaceva tanto anche se non ha applicazioni pratiche, o che magari abbiamo ricevuto con uno swap non particolarmente azzeccato?
Forse non ve ne rendete conto, ma conservare questa roba, che in virtù di misteriose leggi cosmiche ingombra e nasconde i materiali più pratici e versatili, è un concreto ostacolo alla vostra creatività. 
Ecco, asciugatevi quella lacrima e fatevi coraggio anche voi: è ora di prendere la pattumiera...

STEP 3: studiare il metodo di organizzazione che più vi si adatta. Ad esempio, parlando di nastri, io mi trovo ad usarli fondamentalmente per colore, quindi mi torna utile avere insieme tutte le tonalità di uno stesso colore per scegliere quella che più si adatta al progetto in corso.
Poi mi serve che siano ben visibili, altrimenti, di fronte alla terrificante prospettiva di dover scartabellare per ore, finirei col demoralizzarmi ed abbandonare l'impresa.
Per finire, manco a dirlo, mi serve che l'ingombro complessivo sia minimo.
Una semplice ricerca su Pinterest vi aprirà le porte di decine e decine di metodi di conservazione diversi: arrotolati su stilosissime spolette old fashion, appesi a delle grucce come frange multicolor, in espositori tipo quelli dei negozi.. perfino nei contenitori porta-dischetti di cotone!!!
Tutti molto carini, certo, ma per un motivo o per l'altro (specie il problema/spazio) non adatti al mio caso.

Alla fine sono andata sul semplice: ho ripiegato ogni nastrino sulle dita di una mano e l'ho fermato con dello scotch di carta.
Li ho raggruppati per colore e sistemati in alcune bustine trasparenti (di quelle per le caramelle).

Ad essere pignoli, sì, un po' lo scotch di carta lascia qualche traccia sul raso o sulla fettuccia di cui sono fatti i nastri.. ma parliamo davvero di pochi millimetri, e in compenso l'ingombro attuale è davvero minimo!




Per ultimo ho riposto le bustine in una scatola di cartone (lo sapevo che prima o poi i mesi di abbonamento a Glossybox mi sarebbero finalmente tornati utili a qualcosa!).

Tra l'altro queste scatole sono il mattoncino-base su cui sto costruendo il mio personale Impero dell'Ordine Creativo.. prossimamente vi farò vedere qualcos'altro!








2 commenti :

  1. Ciao, stavo curiosando tra i blog ed ho avuto la piacevole sorpresa di scoprire il tuo. E' bellissimo, complienti! Non ho potuto resistere e ho iniziato a seguirti.
    Sono una ragazza amante del fai da te e nel mio blog potrai trovare le mie creazioni. Ti ho lasciato un premio, visita il mio blog per ritirarlo!!!

    A presto, ciao.
    Marta - http://labottegadelnanogigante.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Anonimo23:23

    Hi theге, just became alert to your blοg thrоugh Google,
    and found that it's truly informative. I am gonna watch out for brussels. I'll appreсіate if you continuе
    this іn future. Many ρeoρle
    wіll be benefited from уоur writing.
    Cheerѕ!

    Heгe is my homeρage :: hcg diet plan

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...