munnezza..

Sinceramente un po' i coglioni me li sono rotti. Quindi scusatemi, ma per una volta lascio perdere colori e fiorellini e parlo un po' di cose meno auliche.

Perché poi mi dico anche che in gran parte è colpa dei media e della loro curiosa abitudine di riportare solo quello che fa più scena, però me lo dico con l'ottimismo della volontà, perché in fondo sento anche la vocina che dice "col cavolo..."

Allora, se qualcuno ha la bontà di perderci qualche minuto, e se ha un seppur vago interesse alla mia personale opinione, cercherei di far presente alcuni punti.

1. Non è che la gente a Napoli o in Campania abbia scelto di bruciare i cassonetti perché separare l'umido dall'indifferenziato era un lavoro troppo impegnativo.. fin qui ci arrivate, sì?
2. A proposito, questo tanto per la cronaca: quando è scoppiata quest'ultima emergenza la raccolta differenziata la si faceva. Ma tutto-tutto, eh: secco, umido, carta, bottiglie.. Mia mamma effettivamente si lamentava di dover tenere quattro bidoni in una cucina che tanto grande non è, ma pazienza, lo faceva.. fino a che non ha visto i camioncini dello smaltimento tirar su insieme indifferentemente sacchetti di ogni tipo.
3. Immaginatevi questo scenario: ad un certo punto nessuno viene più a ritirare la spazzatura, i cassonetti sotto casa vostra straripano, puzza e miasmi ovunque. Voi vorreste tanto mostrare la vostra "civiltà" evitando di mangiare per non lasciare in giro bucce di patate, ma lo stomaco proprio lancia altri segnali.

Che fate?
Lì in Campania hanno protestato: per un po', civilmente. Nessun risultato.

Ripeto la domanda: voi, gente civile, cosa avreste fatto?

Oh, e non mi si venga a parlare di quelli che non vogliono l'inceneritore sotto casa: mi propongano un inceneritore ecocompatibile, e ne discutiamo.
Loro no, per loro l'emergenza va affrontata costruendo impianti vecchio modello, perché, si sa, va fatto in fretta.
Peccato che ci siano aree nel napoletano (e ancora di più nel casertano) dove in ogni famiglia si contano almeno un paio di morti, di malati, di tumori..
E, sapete com'è, quando hai perso un fratello, o quando lotti con la leucemia, si rischia di diventare un po' intransigenti..
Io cassonetti non ne ho mai bruciati, ma non me ne faccio un vanto.. ero solo meno esasperata di altri.

Io con le mie elucubrazioni sono arrivata fino a qui: andare oltre il "cos'altro avrei potuto fare?", non sono capace.
Tutt'al più mi dico che in Campania per anni si è continuato a votare la gente sbagliata, e ne sono anche convinta: solo che quando mi chiedono di votare tra merdasecca e merdafumante.. beh..
ci siamo capiti..

(ed alzi la mano chi è convinto che nel resto d'Italia si votino solo le persone giuste...)

9 commenti :

  1. Iole, che dire, io avrei portato tutto il pattume nei cortili della Ierbolino e soci !!!!

    p.S: Vai sul mio blog, ti ho assegnato un oscar

    RispondiElimina
  2. grazie per l'oscar, marcy!

    per la munnezza.. so che la tua era una battuta.. ma seriamente secondo te cosa si poteva fare??

    RispondiElimina
  3. niente di diverso, figurati che nella mia via nessuno voleva il cassonetto davanti a casa sua (e poi è finito davanti acasa mai) ma la mia dirimpettaia manco usa i sacchetti della spazzatura, viene direttamente a vuotare un secchietto nel cassonetto (3-4 volte al giorno) man mano che si riempie!
    Qui la raccolta differenziata non la facciamo, è volontà tua mettere carta, vetro e plastica negli appositi contenitori e quando per qualche motivo non raccolgono la spazzatura regolarmente la gente non è che si tiene il sacchetto in garage visto che il cassonetto trabocca ma la mette di fianco al bidone (sempre davanti a casa mia)!!!!
    Per chi votare...... cosa vuoi, ci fan credere che possiamo scegliere ma ....... che cavolo scegliamo??????? han già deciso tutto loro! sia di qua che di la!

    RispondiElimina
  4. mah! che dire ..... qui la differenziata si fa da anni e per questo motivo si paga di più
    e siamo incazzati .... perchè devo pagare di più se non ti do roba da bruciare ma ben l'80% e oltre di riciclo?
    anche qui .... proprio a 10 km c'è un inceneritore ... di quelli vecchi vecchi ... quelli che senti l'odore fin qui nelle sere d'estate .... ma è li e li rimane
    anche qui si contano tanti casi di tumori .... su 3 famiglie 1 ha un caso .... ma a volte non è sempre colpa dell'immondizia, è ereditario, è causa di altre malattie, può essere un sacco di cose
    una cosa è certa l'emergenza rifiuti da voi non è una cosa di adesso, sono anni che si combatte .... ma chi combatte? voi
    i vostri politici vanno dritti per altre strade
    ma lo fanno anche i nostri
    tutti se ne fregano di voi ..... a parte tirarvi fuori quando c'è bisogno .....
    non saprei che consigli darti .... non è una bella situazione .... e ti porta all'esasperzione è vero
    bisogna combattere
    auguri
    Ornella

    RispondiElimina
  5. Che fare? questa sì che è una domanda... parto dalla prima delle cose che mi ha fatto pensare: le barricate per rifiutare (perdonami il gioco di parole) i rifiuti campani; perchè? posso arrivare comprendere le ragioni di chi non vuole la riapertura di una discarica che era stata chiusa perchè non a norma, ma io dico se hai una discarica ecocompatibile e funzionante che differenza fa da dove vengono i rifiuti che ci lavori? perchè i tuoi sì e quelli campani no, considerando che siamo di fronte ad una situazione di assoluta emergenza? Come si fa a fare le "barricate" contro i rifiuti altrui? Come si fa - e parlo dei politici - a "cavalcare" quest'onda ed appoggiare queste scelleratezze dicendo ai quattro venti, pardon, ai quattro microfoni "nemmeno un grammo delle tonnellate di spazzatura verrà portato nella mia regione!"??

    Altra osservazione: anch'io ho notato una certa propensione da parte della stampa a far passare il messaggio "questo succede perchè è Napoli", lì non si fa la raccolta differenziata.
    Io non vivo in Campania, mi trovo a due passi dalla civilissima Roma, ma il comune dove vivo io fa una raccolta differenziata alla "fate voi!"... che vuol dire? E' presto detto:
    poche campane, in condizioni pietose per lo più, e allora io infilo le mie buste con carta, plastica e vetro e me le porto al lavoro (altro comune) dove ci sono le campane. Poi la vicina di casa nemmeno chiude i sacchetti della spazzatura... abbiamo provato ad attaccare un cartello con scritto "Si prega di chiudere i sacchetti della spazzatura prima di gettarli" ed è durato mezza giornata!
    Raffa :-(

    RispondiElimina
  6. vi ringrazio per aver espresso i vostri pareri qui sul blog, e soprattutto per aver dimostrato di essere pronte a ragionarci e non di fermarsi sulla prima posizione che si decide di prendere..

    con la stampa ce l'ho un sacco, soprattutto perché fanno passare immagini e messaggi che la stragrande maggioranza dei napoletani o dei campani neanche vede (la spazzatura magari sì, incendi e cazzotti molto meno).

    sono 14 anni che votiamo le persone sbagliate.. lo so, e anzi, secondo me è anche di più.. solo che purtroppo in questo paese pochi si rendono conto che quando si mette la famosa crocetta magari solo per fare un favore a questo o quello, in realtà la cosa avrà un impatto diretto sulla sua vita quotidiana..

    e ancora siamo riusciti a non tirare nel discorso la camorra.. che ha la sua influenza, perché se parlano di riaprire vecchie discariche e mai di costruirne nuove ecocompatibili, buona parte del motivo sta in quello..

    RispondiElimina
  7. pimpi16:01

    Iole i problemi sono tanti da risolvere
    1 tra tutti dovreste far sparire i partiti come quello di Mastella, ossia smettere col voto di scambio, sarà anche comodo votare tizio perchè ti da lavoro, ma se poi tizio fa solo quel che gli pare arricchendosi e facendo arricchire i suoi parenti non vedo alla fine che c'avete guadagnato.
    2 il rifiuto delle altre regioni va anche contestualizzato, perchè è vero che occorre solidarietà in un momento di bisogno, ma se non sono i campani i primi ad aiutarsi perchè dovrebbero farlo le altre regioni? cioè che senso ha che me li porti in Sardegna se poi in Campania nessuno li vuole? Mica potrete pensare di darli vita natural durante ad altri? Quindi prima si cercano le soluzioni dentro e poi si puo' chiedere alle altre regioni di venirvi incontro per l'immediato, ma ora come ora la richiesta la trovo solo molto egoistica e per niente risolutiva
    3 che senso ha bruciare i cassonetti? come diceva sempre una mia capa è come il marito che si taglia le palle per fare un dispetto alla moglie, non ha senso siete poi voi che respirate quell'aria, quindi non capisco un atteggiamento così masochistico
    4 io vivo vicino ad una discarica chiusa e ad un termovalorizzatore, qui l'aria è respirabile, e le cose vengono tenute sotto controllo, ok le mille mila paure, ma non possiamo nemmeno smettere di vivere per queste ti pare? Perchè in quel caso vi voglio vedere in piazza anche a manifestare contro le macchine, contro il fumo, contro le fabbriche e via dicendo
    5 La camorra c'è ed è inutile negarlo, è come coi politici, ne parlate male ma alla fine ve la tenete (intendo i campani non te in particolare) perchè fa comodo, altrimenti non si spiegano le persone che scendono in strada contro i poliziotti che stanno facendo un arresto, non si spiegherebbero i negozi abusivi, non si spiegherebbero quelli che ora protestano per i rifiuti tossici ma a tempo debito han concesso i loro terreni in cambio dei soldi....
    Insomma occorre fare scelte drastiche, che scontenteranno parecchi ma vanno fatte e subito, non vedo altre soluzioni onestamente.
    Con i se e con i ma non si va da nessuna parte.
    simo

    RispondiElimina
  8. Anonimo12:20

    Che personaggio sta Iervolino! cosa fa sta tipa tutto il giorno? deve trovare un sito entro 30 giorni e lei prepara una delegazione per andare a Brescia a vedere un termovalorizzatore che anche le pietre sanno che funziona bene. In questo momento la priorità è trovare un sito a Napoli. SUBITO, OGGI, non DOMANI. Anche la raccolta differenziata dice che si FARA' forse sta pensando di mandare al nord una delegazione per vedere come facciamo ad introdurre negli appositi cassonetti la plastica o il vetro?....Miei cari Napoletani il vostro primo cittadino si è bevuto il cervello !!! Alice.

    RispondiElimina
  9. Anonimo14:20

    X lasimo.....tu voti, tu entri nella cabina elettorale e metti una croce...nessuno decide per te, la camorra non può impedire a nessuno di scegliere chi ci deve governare, il nostro cervello deve valutare chi si MERITA il nostro assenso o il nostro dissenso...suvvia non essere ipocrita.....Alice.

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...