riflessioni

Oggi ero messa lì a cercare di riordinare i vari swap-round robin-cj-sal a cui partecipo (cosa in sé già complicata) e mi sono venute in mente tutte le differenze tra chi partecipa all'uno o all'altro.
Mi spiego meglio: come chi frequenta il mio blog saprà fino alla noia, le tecniche creative in cui mi cimento stabilmente sono il punto croce e lo scrapbooking.
Qualche tempo fa ho letto su un blog di una scrapper d'oltremanica che si lamentava della scarsa affidabilità delle scrappers italiane quando si partecipa ad iniziative quali swap o circle journal. E, ragazze mie, è assolutamente VERO!!!
Recentemente mi sono ritirata da un cj che aveva sforato di circa 6 mesi oltre il termine (e il mio era arrivato sì e no a metà giro!). Le spedizioni regolari sono un'utopia, e pochissime si prendono la briga di avvisare le altre dei propri ritardi, o quando un cj viene spedito o ricevuto.
L'autrice si chiedeva come mai le italiane siano così inaffidabili... "beh - ho pensato io - non è una questione di nazionalità": nei round robin si è quasi sempre precise, o perlomeno ritardi & co. vengono stigmatizzati come comportamenti criticabili! Le scrappers invece sembrano considerarli normali, giustificarli... cavoli, a volte sembrano non accorgersene neanche!!!!!!!

E qui mi sono chiesta "ma come mai???". Però mica sono riuscita a darmi una risposta..
Voi ne avete una? ;)

10 commenti :

  1. Non ho la risposta..però ti posso dire che ci sono delle scrapper che sono puntuali.. a volte i miei ritardi sono dovuti alla mancanza di creatività, per fortuna che non sono molti, io odio esser in ritardo sulle cose.. ma a volte mi capita... il punto croce forse è più rilassante e meno creativo.. sottilineo il forse!però io potrei ricamare davanti alla TV seduta sul divano mentre con lo scrap è più impegnativo...con questo non giustifico i ritardi!

    RispondiElimina
  2. Anonimo09:19

    non sono una scrapper ma credo che lisanna abbia ragione, nel punto croce segui uno schema e vai avanti, nello scrap devi avere un'idea da sviluppare poi per bene...mi sa che magari alla fine non siamo creative come all'estero... o abbiamo una creatività meno imbrigliata, nel senso che magari ci vengono 1000 idee diverse ma nessuna che si adatti ad un soggetto scelto da altre
    pimpi

    RispondiElimina
  3. Non sono una scrapper, ma può anche essere che come crossstitchers veniamo "allevate" fin dai nostri primi punti con l'idea che ritardare in un RR sia cosa deprecabile e che bisogna avvertire, magari nello scrap questa demonizzazione del ritardo non è mai avvenuta. Questa è un'ipotesi mia, se mi sbaglio ditemelo.
    Chiara

    RispondiElimina
  4. ma scusate voi avete fatto RR in cui tutte erano puntuali??? a me non è mai successo!!!! secondo me nelle varie iniziative il problema è quello del mega entusiasmo iniziale e poi pian piano la cosa cala, si vedono nuove cose che si vogliono fare e così iniziano i ritardi (che son poi difficilmente recuperabili!) il nodo centrale è considerare RR o CJ come dei "giochi" quando invece son impegni!

    RispondiElimina
  5. beh simo, il punto è che nei rr magari qualcuna ritarda, ma poi le altre si inveperiscono! con i cj questo non succede praticamente mai!!!
    secondo me quello che dice chiara è vero.. è anche questione di pressione psicologica!!

    RispondiElimina
  6. ciao
    io sto scoprendo in questo periodo il mondo dei blog/gruppi/round robin, SAL e cose varie.... mi sembra tutto entusiasmante ma mi sono chiesta "ma quando la fanno tutta sta roba?" io dopo aver lavorato sono gia' stanca, ed è già pomeriggio inoltrato, poi la casa, poi i ricami e il blog....ah! ci sarebbe anche mio marito! (e non ho figli!) non avrei mica tempo di seguire tutti questi impegni...e gia' mi sono pentita di essermi iscritta a troppi gruppi, perche' non riuscirò a partecipare a tutti....non è una risposta alla tua domanda ma.... concordo con te che può essere un problema!

    RispondiElimina
  7. cmq io ho organizzato uno swap... ho fatto un pò di terrorismo, ma alla fine sono state tutte puntuali.. :o))

    RispondiElimina
  8. nell'iscriversi ai vari RR, SWAP ecc..... spesso ci si fa prendere la mano (tipo io!) e ci si trova a andare a letto alle 2 di notte per essere puntuale nelle spedizioni ma ..... mi piace! l'unica è verificareonestamente con se stesse quanto tempo si può dedicare ai propri hobby e scegliere gli impegni di conseguenza!

    RispondiElimina
  9. quoto simona!
    magari chi si iscrive per la prima volta a queste iniziative non riesce a calcolare bene il livello del proprio impegno.. ma dopo un po' viene abbastanza naturale!
    io ad esempio ho parecchio tempo libero e so di essere veloce nella realizzazione.. certo per chi ha un lavor/marito/figli le cose si fanno più complicate.. ma basta organizzarsi, vero simo?

    RispondiElimina
  10. esatto! e tieni conto di cosa puoi sacrificare come tempo! ad esempio io "sacrifico" il dormire ogni tanto ovvero sto sveglia di più tipo fino all'una di notte a ricamare invece di svenire sul divano alle 10! oppure la domenica pomeriggio durante il pisolino di Francesco ricamo invece che dormire!

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!