letture estive

Come devo aver detto in qualche post qui sotto, da quando sono in Sicilia ricamo di meno... ma leggo di più!
E questo semplicemente perché posso attingere alla biblioteca di Daniele, che soffre di una specie di mania compulsiva che lo spinge ad acquistare molti più libri di quanti possa leggerne (ho calcolato che anche leggendone uno a settimana avrebbe di che leggere per un paio d'anni).
Conseguenza che mi riguarda: in questo periodo le mie letture si fanno quanto mai eterogenee.
Segue la lista di quello che ho letto (o ri-letto) nelle ultime due settimane:

  • Stefano Benni, "Terra!": Benni è un autore che stra-adoro e Terra è uno dei miei preferiti. L'ho riletto in treno, gustandomelo per bene nonostante le interferenze dei vicini polacchi e dei criaturi ululanti. Che dire, continua a divertirmi ogni volta.. assolutamente consigliato a chi ama l'ironia e le storie corali e strampalate...
  • Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine": uno dei miei preferiti in assoluto, che Daniele mi ha regalato dopo che mia madre ha maldestramente perso la mia copia originale e riletto per l'occasione. Vabbè, mica si può dire niente sui cent'anni.. bisogna leggerselo per forza, dai...
  • Meyer Stephenie, "Twilight": una boiata pazzesca, che ho letto solo per curiosità, visto che Daniele continuava a leggerlo scuotendo la testa. La storia di una teenager che si innamora di un vampiro e passa un po' di guai a causa sua, una via di mezzo tra OC e Buffy..
  • Carlo Lucarelli, "Misteri Italiani": ecco un libro che fa davvero paura, altro che vampiri. 40 anni di storia italiana, tra Mafia, omicidi, corruzioni, stragi, terrorismo. Nel periodo in cui avvenivano non ero nata, o se lo ero mi interessavano di più i biscotti Plasmon, ma a leggerlo così, tutti quei casi uno dietro l'altro, vien proprio da chiedersi in che Paese di merda viviamo...
  • Autore sconosciuto, "Titolo Pure": niente, questo è solo un giallo della collana Mondadori, neanche troppo male, visto il genere.. tipica roba da portarsi dietro al mare, visto che le ossessioni di Daniele comprendono anche attacchi di panico se poco poco vede le copertine spiegazzate e le pagine unte-
  • John Steinbeck, "La valle dell'Eden": anche Steinbeck è tra i miei autori preferiti in assoluto, di quelli che metteresti di sicuro nella tua top ten. Comunque sono pochi i suoi titoli che ancora non ho letto e questo mi mancava.. E' la megastoria di due famiglie che si installano in California tra la fine dell'800 e gli anni '30. Però.. boh... con tutto il rispetto, mi pare che alla fine manchi qualcosa.. cioè, dico, rispetto alla forza totale di un libro come Furore.. questo mi pare manchi il bersaglio, ecco..
  • Beppe Severgnini, "Manuale dell'imperfetto sportivo": comprato solo perché l'autore mi ispira una gran simpatia e (soprattutto) perché lo vendevano sulle bancarelle a 2 euro. Librettino leggero, veloce, da sorriderci qua e là e via.
  • Qualcosa Koontz, "Sopravvissuto": una roba che sta tra il thriller e la sci-fi, letto anche questo perché non avevo altro e sul comodino di Daniele c'era giusto questo. La storia di un tale che scopre una serie di misteri sul volo in cui sono morte moglie e figlie... Interessante fino a metà (quando i misteri erano tali e tu nutrivi legittime speranze), ma poi quando i nodi si sciolgono ti viene voglia di tirarlo via e darti al backgammon..
Ecco... ora scendo, doccia e poi vedo di iniziarne uno nuovo...


6 commenti :

  1. Ciao Iole!
    Anche io sto leggendo Misteri Italiani, ma l'ho iniziato da pochissimo!
    Adoro Lucarelli e ho appena finito di leggere "Scena del Crimine" che è scritto benissimo ed è proprio un saggio di criminologia forense. Lucarelli è un grande :D Piano piano cercherò di leggerli tutti i suoi libri :-)
    baci e buona lettura/vacanza/riposo :)

    RispondiElimina
  2. ma sai cosa, vale??? di lucarelli mi piaceva tantissimo blunotte, come narratore era azzeccatissimo..
    come scrittore invece ho letto solo almost blue e non mi ha convinta molto.. proprio no..
    boh!
    (misteri italiani continua a farmi paura...)

    RispondiElimina
  3. anche io ho letto "almost blue" e non mi è piaciuto tantissimo, ma se non hai ancora letto "scena del crimine" e "serial killer" te li consiglio, perchè sono saggi e non romanzi e li ha scritti in collaborazione con il criminologo Picozzi... insomma fanno riflettere molto, visto che sono cose realmente successe e descritte molto bene!

    RispondiElimina
  4. mi sa che seguirò il tuo consiglio.. scena del crimine l'avevo visto in libreria, mi aveva incuriosita e questa mi sa che è la volta buona! ;)

    RispondiElimina
  5. Anonimo08:57

    Keep up the good work. thnx!
    »

    RispondiElimina
  6. Anonimo12:04

    Really amazing! Useful information. All the best.
    »

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!