stress e seta

La primavera è inoltrata, il tempo peggiora, i miei tulipani stanno morendo uno dopo l'altro e io sono sempre più stressata. La verità è che negli ultimi tempi sono molto presa - per dirla eufemisticamente - da un concorso sul quale non mi dilungherò ma che fortunatamente sembra procedere bene. L'aspetto curioso è che siamo alla quarta prova (sono convinta che sia una roba alla highlander: ne resterà solo uno e a quell'unico verrà offerto un posto di superdirettore generalissimo totale-globale) e nessuno sa quante ancora ce ne potrebbero essere.
Intanto mi viene chiesto di presentare una lista di documenti che a srotolare il foglio ricoprirebbe tutto il corridoio di casa mia. Io mi ci metto di buzzo buono e al Tribunale mi danno i certificati di tale Guercia Barbara, la Segreteria dell'Università risulta spostata e mi ci vuole una caccia al tesoro in tre tappe per ritrovarla, ovviamente chiusa, l'originale del mio diploma di maturità è bruciato e al Comune di Agrigento non hanno ancora registrato la mia nuova residenza.
Ora, magari sono diffidente io, ma non ho tutti i motivi per stressarmi???

Tra una cosa e l'altra, però, sono riuscita a completare la prima parte del Filo d'amore di Parolin, che potete vedere qui accanto. Copiando spudoratamente la mia amica Simona, sto ricamando questo schema sulla banda liebe-amour e, sempre su suo consiglio, ho scelto di utilizzare un filato in seta (Needlepoint Silk). Ragazzi, io ADORO questi filati in seta!!! Sono di una morbidezza e lucentezza incredibili e la foto sicuramente non rende giustizia!
Insomma, sono più che felice della mia scelta, soprattutto poi sentendo altre ragtazze del gruppo Ricamiamo Insieme che si lamentano della scarsa scorrevolezza dei filati in lino, che molte di loro hanno scelto per questo stesso sal.
Insomma, non fosse per i costi avrei già deciso il mio passaggio unico e irrevocabile dal moulinè alla seta.. dovendo fare i conti con il vile denaro, mi accontenterò di utilizzarlo per gli schemi speciali.. e sono già alla ricerca di filati in seta sfumati ;)

9 commenti :

  1. Lumachetta Raffa non ha ancora iniziato, tnato per non smentirsi, ma vi riacchiappo, uh se vi riacchiappo!!! A proposito, come ben sai, sono una gran copiona anch'io... che dici, la Simo ci chiederà i diritti d'autore? ;-))
    Raffa

    RispondiElimina
  2. Voglio vedere questo filato da vicino :-) io avevo fatto delle prove con della seta, mi sfugge il nome della casa, erano dei nuovi filati e inviavo una matassina omaggio a chi voleva provarli, agli albori di internet! Ma non mi piaceva perche' si sciupava tutto nel lavorarlo.. il filo si apriva insomma un vero disastro! Iole.. non e' che decidi di far compere nella mitika merceria ottavianese quando io parto??? guarda che mercoledi' sono nuovamente in viaggio!

    RispondiElimina
  3. di nuovo in viaggio anche io.. alla fine le mie compere le ho fatte a napoli! so che continuo a rimandare, ma è un periodo mooolto complicato :(

    RispondiElimina
  4. Ciao cara,
    io di filati di seta ho provato i Belle soie di Crescent, davvero morbidissimi e sfumati appena tono su tono. Ne ho anche di Victoria Clayton, ancora non li provo, ma ne fa parecchi variegati.
    Baci
    Vero

    RispondiElimina
  5. Anonimo22:35

    Iole anche la needlepoint inc ha la sua serie di sfumati, tra l'altro colorfast cosa che in genere la seta sfumata stinge da morire :o)
    pimpi

    RispondiElimina
  6. simo, non ho ben capito.. in genere stinge e colorfast invece no??

    RispondiElimina
  7. Anonimo10:26

    esatto in genere tutti i fili sfumati stingono, tranne alcuni cosidetti colorfast, tipo le color variation della dmc per intenderci
    pimpi

    RispondiElimina
  8. Su su...
    Capisco il tuo stress ma vedrai che andrà tutto bene..
    :o)

    RispondiElimina
  9. Mi hai fatto venire voglia di provare questi filati :)

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!