Agenda 3.0 - Sezioni Personale e Home

Parte 1 di questo post QUI

Rieccoci all'avvincente diesamina del set-up e del contenuto interno delle mie pagine.

Dopo aver avventurosamente osservato l'abbondanza di pupazzetti e la scarsezza di impegni interessanti che caratterizzano le mie settimane, ci addentriamo nella parte riservata e top secret della mia Filofax: la sezione Personale.

So che molti qui utilizzano dei divisori e delle sotto-sezioni, ma, per quanto comprenda e apprezzi le classificazioni quanto più meticolose possibile, avere poi troppi divisori andrebbe a cozzare con l'esigenza prioritaria della funzionalità e quindi ho desistito.
Le mie pagine si alternano quindi una dietro l'altra senza particolari distinzioni.

La prima cosa che si nota aprendo questa sezione è la pagina dei To Do.

Come molte di quelle che seguono, questa pagina è ottenuta stampando il titoletto direttamente su una pagina Filofax basic, di quelle bianche a righine sottili.
Alla fin fine trovo sia più pratico far così che andare a realizzare degli inserti da capo, non tanto per il lavoro di editing quanto per la noia a dover poi tagliare e forare il tutto (senza considerare che la carta Filofax è perfetta, sottile e quindi leggera, ma senza lasciar trapassare i colori sul retro).

Qui ho appiccicato una serie di mini stickers a cuoricino (da un kit planner di Studio Calico), accanto ai quali segno i to-do particolarmente noiosi, quelli che vado a consultare quando mi sento molto volenterosa (cioè quasi mai).
Il tutto scritto con una penna cancellabile (0.3 Muji), in modo da tenerli sempre aggiornati.







Segue la pagina delle Citazioni, che mi serve non tanto come spunto motivazionale, quanto come raccolta di frasi che leggo in giro e che medito di riportare sulla Midori in bella calligrafia (da cui deriva il quadratino spuntabile che precede ogni frase).









Ancora, le pagine Idee per Blog (sempre con casella da segnare a metà quando li scrivo e da depennare una volta pubblicati) e Password Tracker, un layout realizzato da me su cui riporto il nome del sito, l'ID e ovviamente la password.
Potete non crederci, ma vivo letteralmente sommersa dalle password, praticamente 5 fogli come quello che vedete qui accanto fitti di paroline segrete (e imprecazioni).



A seguire una sezione tristemente trascurata: il Weight Loss Journal, ossia la tracciatura dei miei progressi sul fronte dieta&movimento. Per rendere le cose un po' meno drammatiche, mi sono creata un doppio barattolo, uno con la ciccia da perdere e uno con quella persa. Nel primo ho posizionato una serie di stelline (coriandoli di Studio Calico adesivizzati da me con una colla scarsissima, in modo tale da renderli riposizionabili).
L'idea è di spostare una stellina da un barattolo all'altro ogni 300 gr circa (oh, ho appena iniziato..).


In un climax di dolore apparentemente senza fine si chiude così la sezione Personale e si apre quella Travel, che però risulta al momento alquanto spoglia, al punto che non ho proprio nulla da mostrarvi.

Tutto tace sul fronte della programmazione di nuovi viaggi e la cosa non manca di addolorarmi parecchio.

Evitando di soffermarmi troppo sulle note stonate, passo alla sezione Home, opportunamente introdotta all'epoca della ristrutturazione, ma a tutt'oggi scarsamente utilizzata.

Si parte dagli utilissimi numeri di telefono dei take away (sul retro di questa stessa pagina sono appuntati i piatti che abbiamo più apprezzato).




Si prosegue con una serie di pagine in cui troneggiano misure varie di stanze e mobili di casa, evidente residuo dell'epoca dei lavori, ma che ancora mi torna utile quando sono in giro per compere e non so con certezza se quel determinato sgabello possa starci nell'angolo dietro la porta o se è meglio ripiegare su altro.

Vi dirò di più: medito di ampliare queste pagine prendendo nota di tutte, ma proprio tutte, le misure di cas, foss'anche l'ultimo cassetto disponibile per i calzini di Daniele..



Per finire, le pagine su cui appunto le brillantissime idee in cui mi imbatto mentre perdo il mio tempo studio con attenzione le bacheche di Pinterest.

Avendo sviluppato una dipendenza compulsiva da tutti quei pin che cominciano con "10 idee salvavita" o "le 21 cose che cambieranno la vostra casa", non potevo non creare una pagina dedicata sulla Filofax, per quanto, essendo Pinterest di fatto una bacheca, io mi ritrovi impelagata in un gioco di scatole cinesi di bacheche di bacheche.










Cuore pulsante della mia agenda resta la sezione Shopping (e quando mai..).





Il marca-pagina con la Kokeshi l'ho creato io riciclando un'immagine trafugata in rete: non ricordo per cosa intedessi utilizzarlo, ma alla fine non mi è servito. La bimbetta però mi faceva troppa simpatia per getterla e così l'ho riciclata come spirito guida dei miei molteplici e multiformi acquisti.










Si comincia con l'elenco degli Ordini in arrivo. Ora so benissimo di risultare esagerata, ma proprio a un certo punto ho avvertito l'esigenza di appuntarmeli, o avrei finito per dimenticarmene qualcuno. Quando poi mi sono data allo shopping su Aliexpress.. addio! O si traccia o è la morte..


Quindi ormai è prassi appuntare diligentemente cosa ho comprato, dove e quando. Il quadretto a lato viene spuntato quando mi confermano la spedizione, e riempito quando gli articoli arrivano a destinazione.




Abbiamo poi le pagine degli Ordini di gruppo, altrettanto importanti se non voglio finire per dimenticarmi dei debiti che ho con mezzo mondo.

Vabbè, qua non servono particolari spiegazioni: annoto solo cosa ho comprato, quanto devo a chi e da chi devo riscuotere.

(a leggere quelle righe pare 'na pagina del libro nero della Stasi, ma in realtà si parla solo di candele e tamponcini...)







Per finire, ecco le mie Wishlist, accuratamente suddivise in Beauty - Home - Craft. Anche qua niente di particolare da rilevare, se non l'aggravarsi della mia Sindrome da Shopping Compulsivo.



Arrancando, ma con fermezza, siamo arrivati all'ultima sezione della mia Filofax, quella dedicata alla Creatività. Questo è l'unico caso in cui ho sentito l'esigenza di creare delle sotto-sezioni, per ognuna delle quali ho realizzato dei divisori prendendo in rete delle immagini acquerellate e poi divertendomi a plastificarle.



Siccome sono sempre 2-3 settimane indietro, per il Project Life ho realizzato degli inserti specifici in Word, su cui prendo appunti per non dimenticare eventi o note che intendo inserire.

Sullo schemino appunto velocemente la distribuzione degli spazi, mentre con delle clip magnetiche attacco a ciascuna pagina le corrispondenti foto già stampate o le card che voglio utilizzare quella settimana.






In Progetti Craft segno velocemente idee e lista materiali per qualsiasi cosa non sia strettamente attinente al mondo del PL.



Incredibilmente, in Ricette annoto nientedimeno che.. le ricette!
Sia che si tratti di qualcosa che si tramanda in famiglia da generazioni, sia delle idee prese al volo da qualche programma TV.

Solo in questa sotto-sezione utilizzo dei fogli Filofax con dei disegnini country molto carini (semplicemente perché li ho comprati assieme ai mio primo refill e.. sono ancora qua.
C'è davvero qualcuno che mi ha seguito in questa dettagliatissima carrellata sul mio Ordine Materiale Che Tenta Di Porre Rimedio Al Disordine Mentale?

Bene, vi meritate le immagini di chiusura, con la doppia dashboard dedicata ai post-it e l'astuccetto di stoffa in cui ripongo penne e ammenicoli vari quando sono lontana da casa...

Io la pianto qui, ma, per folle che possa sembrare, sapete una cosa? Nello scrivere questo post mi sono giusto venute in mente un paio di migliorie che potrei apportare...


2 commenti :

  1. che belli i divisori!!!

    RispondiElimina
  2. interessantissimo post!!! x me che cerco da sempre, praticamente senza nessun risultato però!!(sob!!), di utilizzare al meglio le agende tipo filofax..... ma prima o poi .....ci riuscirò!! (spero!)
    un abbraccio
    A, Ct

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...