Tag #Le Borse della Mia Vita

Imperterrita, continuo ad autotaggarmi nei tag che non mi filano manco di striscio, soprattutto perché sono in buona parte videotag e poi perché il mio blogghetto è uno di quelli sfigati che tipo gli altri blog gli tirano le granite addosso nei corridoi della scuola.

Insomma, in rete gira questo tag centrato sulle borse, e siccome mi piace un sacco parlarmi addosso, e siccome sono una-shophaolic dichiarata, e siccome quasi tutti i miei acquisti compulsivi si concentrano in minchiate e le borse sono uno dei pochi accessori da femmina che effettivamente mi piace comprare.. eccomi qui!

1. Abbini il colore della borsa a quello delle scarpe o dei vestiti?
Cominciamo bene.. No, direi che, a parte evitare accostamenti che proprio sono pugni nell'occhio, non faccio molto caso all'abbinamento di borse e scarpe, soprattutto perché le scarpe non sono un accessorio che amo troppo, quindi ne posseggo poche paia di tipologia basica.
Un po' più di attenzione la faccio nell'abbinare la borsa col soprabito (se in inverno) o con il top in estate.

2. Qual è la tua borsa da tutti i giorni? Ne hai una apposita per lavoro/università/scuola?
Qua proprio non capisco la domanda: ho una borsa da tutti i giorni e, siccome lavoro tutti i giorni, quella è anche la mia borsa apposita per il lavoro!

Al momento la mia borsa del cuore è questa Micheal Kors, acquistata dopo lunga meditazione, in tela saffiano e quindi ultra-resistente. Mi piace perché è capiente, leggera, ed anche abbastanza rigida da mantenere in verticale le cose che infilo all'interno.




 
3. Quale borsa scegli per una serata in discoteca o al pub?

Premesso che le mie serate in discoteca si contano sulle dita di una mano, diciamo che per una serata fuori tendo ad utilizzare borse piccole, tipo questa Furla argentata (che ormai avrà un 6/7 anni).
Quello che mi piace è che il manico è sganciabile e la posso portare anche infilandola al polso e poi che la adatto anche per cerimonie non troppo formali.





4. Qual è la borsa che ti ha deluso perché pagata tanto e poi si è rovinata subito?

Lei.
Non mi stancherò mai di dire peste&corna di questa Coccinelle, pagata un bottissimo nel periodo in cui volevo assolutamente una borsa di pelle bianca e tutti mi dicevano "vedrai che si sporca subito, se proprio devi prendi almeno una buona marca così stai tranquilla..".
Vi assicuro che l'ho sempre tenuta con la massima cura, ma altro che sporcarsi, intorno alle cerniere ci sono macchie di ruggine e la pelle si è come allargata (ho una borsa con i pori dilatati). Insomma.. lo shock è stato tanto che ancora guardo con diffidenza tutti i modelli di questa marca.

5. Quale borsa hai voluto per molto tempo e alla fine hai acquistato?

 Le reticenze in questo non caso non derivavano dal costo (é una Braccialini Tua, prezzo medio/basso), ma dal fatto che questa è la prima borsa che ho comprato da quando ho un lavoro "serio" (prima giravo con Carpisa e borse da mercatino).
Tra l'altro è un modello che ancora mi piace molto, che uso spesso e che ha retto bene nel tempo (tranne due orribili unghiate su uno dei manici imputabili a uno dei tanti esseri pelosi raccolti in casa da Daniele).





6. Qual è la borsa più brutta che hai?
Vabbè.. trattasi di una borsa che mi è stata regalata qualche anno fa per il mio compleanno: una Pinko Bag in tela con stampe etnico/animalier.. boh? Non dico che non possa piacere, ma proprio non è il mio genere..











7. Poche borse ma buone o molte borse di scarsa qualità? 
Ah, bellissima domanda! In passato sono stata una grande acquirente di borse Desigual, che come design mi piacciono ancora tanto (e infatti ne ho parecchie), non fosse che ormai se ne vedono troppe in giro. Epperò una cosa la devo ammettere, la qualità lascia parecchio a desiderare! Le tracolle, soprattutto, si rompono quasi subito (una mi si è sfaldata la prima volta che l'ho indossata.
Quindi, tendenzialmente, ora cerco di comprarne meno, ma di assicurarmi che siano di buona qualità, consapevole al tempo stesso che il marchio non è sinonimo di garanzia (vedi Coccinelle, grrrrrr).

8. Consiglia una borsa per fare shopping o la spesa senza impicci
Lei! La mia adoratissima Longchamp Le Pliage color ciclamino.
Ho scoperto queste borse durante una vacanza a Parigi, sembrava quasi che le parigine non indossassero altro (e i giapponesi in cosa alle Le Fayette erano più di quelli in coda per Luis Vuitton).
La uso quasi senza soluzione di continuità dalla primavera ad autunno inoltrato ed è praticamente indistruttibile. I manici sono lunghi abbastanza per infilarla sotto braccio, la tela è idrorepellente e quando devi metterla via si ripiega occupando pochissimo spazio nell'armadio senza deformarsi.
Uno dei miei prossimi acquisti sarà proprio la stessa borsa in formato più grande e di qualche altro colore brillante.

9. Qual è la tua borsa col colore più acceso?
Proprio perché pentita di non aver preso una Longchamp senape (e non essendo più riuscita a trovarla in rete a prezzi onesti), la scorsa estate ho ripiegato su questa ALV di Alviero Martini, che ho pescato in supersaldi e mi piace perché mette allegria (e per il contrasto con il viola del rivestimento interno).
Magari sbaglio, ma ho l'impressione che ad indossare borse di colori accesi puoi ance fregartene degli abbinamenti.. uhm.. davvero sbaglio?







10. Qual è la borsa dei tuoi sogni che non hai ancora acquistato?
A parte la Longchamp che prima o poi mi procurerò, dovessi tornare sugli Champs Elysées, temo di non avere una "borsa dei sogni", anche perché con le manie compulsive che mi ritrovo, dal momento di formulare un desiderio al momento in cui clicco sul carrello per completare l'acquisto passano tipo 20 secondi.
Se proprio vogliamo sparare alto, direi un'intramontabile Birkin.. ma anche lì mi ferma non tanto il costo (okay.. mi ferma anche il costo), quanto il fatto di portare 10.000 euro al braccio mentre tutto il resto del mio outfit sì e no ne vale 40..

9 commenti :

  1. E' suggestivo come la mia borsa preferita tra quelle che hai elencato è proprio quella che ti piace di meno! E questo la dice lunga sul mio rapporto con le borse, sul quale tacerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh cara mia, lo capisco bene.. anche io quando ero all'università non avrei certo scelto queste borse.. ma purtroppo attualmente mi da da vivere un triste lavoro di rappresentanza :P

      Elimina
  2. Se vuoi riciclare la pinko sono a tua disposizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la pinko riscuote un insperato successo.. forse dovrei rivalutarla..

      Elimina
  3. In quanto a borse: sto messa veramente male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono una signora e non voglio riempire di parolacce il mio blogghetto, ma, assia... sappi che ti ci sto mandando..

      Elimina
  4. ma la tua kors non è in pelle? Saffiano non è la lavorazione della pelle a righettine???? Ho bisogno di un corso di aggiornamento, o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. boh.. immagino di sì.. che io sappia "saffiano" indica una lavorazione della pelle (penso la trattino in maniera da renderla impermeabile)... se il tuo blog fosse stato ancora attivo, avrei sicuramente taggato te!

      Elimina
  5. ma ci posso fare una pagina scrap!!!!

    RispondiElimina

Your comments feed my blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...